Suicidio al Suor Orsola Benincasa, studente di 26 anni si toglie la vita lanciandosi nel vuoto

Fulvio Romano, studente dell’Istituto universitario Suor Orsola Benincasa, si è tolto la vita lanciandosi nel vuoto dalle terrazze dell’Università di Corso Vittorio Emanuele. Disposta la sospensione di ogni attività didattica in segno di lutto

Napoli, 11 gennaio – Fulvio si è tolto la vita a 26 anni. Si è lanciato nel vuoto da un davanzale dell’Università Suor Orsola Benincasa, dove era iscritto. Il suicidio è avvenuto o sotto gli occhi di amici e colleghi che nulla hanno potuto per evitare il gesto estremo. Nè si conoscono i motivi reali che hanno spinto il giovane a lanciarsi nel vuoto. Secondo una prima ricostruzione, il giovane si sarebbe tolto il giaccone che indossava, sarebbe salito sul davanzale di un’aula dell’Istituto universitario e si sarebbe lanciato nel vuoto sotto gli occhi attoniti di un’amica che nulla ha potuto per fermarlo. Immediati i soccorsi del servizio 118 nel cortile interno all’Università, ma i sanitari hanno potuto solo constatare il decesso.

In una nota del Suor Orsola tutto il dolore e lo sgomento per un evento tragico che ha messo fine ad una giovane vita. “Sgomento e cordoglio sono i sentimenti dell’intera comunità accademica dell’Università Suor Orsola Benincasa profondamente colpita stamane dalla tragica scomparsa di Fulvio Romano, studente del Corso di Laurea triennale in Scienze e tecniche di psicologia cognitiva”.

“Nato a Napoli il 16 Febbraio del 1990, Fulvio era iscritto al Suor Orsola dall’anno accademico 2016-16, nel quale aveva brillantemente sostenuto (anche con una lode) ben sei dei sette esami previsti dal primo anno di corso. A beneficio della correttezza dell’informazione – continua la nota – e soprattutto del rispetto della memoria dello studente e del dolore della sua famiglia occorre precisare che stamattina Fulvio Romano non era coinvolto in alcuna attività accademica. Appresa la notizia il Senato Accademico dell’Università Suor Orsola Benincasa ha immediatamente disposto la sospensione di ogni attività didattica in segno di lutto. La famiglia dello studente è stata accolta dal Rettore Lucio d’Alessandro e dalla professoressa Antonella Gritti, docente del Corso di Laurea in Scienze e Tecniche di Psicologia cognitiva”.

Lascia un commento