Vincitori ed idonei di concorsi pubblici: proroga delle graduatorie di un anno

Con il decreto Milleproroghe, attualmente in discussione presso la prima commissione del senato, i vincitori e gli  idonei dei concorsi pubblici avranno ancora un anno di tempo per essere assunti

Roma – Approvato l’emendamento alla Legge di Bilancio che proroga la validità, a tutto il 2017, delle graduatorie dei vincitori e degli idonei dei concorsi della pubblica amministrazione, in scadenza a fine dicembre 2016. 

Secondo quanto riportato da il Fattoquotidiano sono 4.471 i vincitori di concorso e 151.378 le idoneità che ad oggi non sono state trasformate in assunzioni. Già ad ottobre scorso era chiara l’intenzione di procedere alla proroga, decisione anticipata nel corso dell’incontro tra responsabili del ministero della Pubblica Istruzione e una delegazione del Comitato Nazionale XXVII Ottobre, a margine della manifestazione organizzata dagli idonei dei concorsi il 15 novembre 2016.

Il dibattito politico sulla questione è stato acceso, ed il ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione Madia si è impegnato a presentare e a fare poi approvare un emendamento alla Legge di Stabilità 2017 volto a  prorogare le graduatorie dei concorsi pubblici, sino al 31 dicembre 2017, sebbene alcuni senatori, con una mozione presentata, avevano proposto di prorogare la validità di tali graduatorie sino al 31 dicembre 2018, ossia per altri due anni.

Si ricorda che il blocco delle assunzioni stabilito con la Legge di Stabilità (legge n. 190 del 2014) all’articolo 1 comma 424 e comma 425, aveva impedito lo scorrimento delle graduatorie, perché la facoltà di immissione in ruolo era stata  concessa ai soli vincitori di concorso e non anche per l’assunzione degli idonei, ovvero di coloro che si sono collocati in graduatoria, avendo superato tutte le prove della selezione pubblica, ma non in posizione utile ai fini dell’assunzione immediata sui posti messi a concorso.

Lascia un commento