Patto per Napoli, De Vincenti incontra de Magistris. Permangono divergenze sul commissariamento di Bagnoli

Il ministro per la Coesione territoriale, Claudio De Vincenti, ha incontrato il sindaco di Napoli de Magistris per fare il punto della situazione sugli interventi previsti dal Patto per Napoli

Napoli, 13 gennaio – “È stato un incontro positivo e concreto, all’insegna delle cose che si fanno. Alcuni interventi sono già partiti e potranno avere ulteriore accelerazione, come i lavori per le metropolitane e il risanamento di Scampia con l’abbattimento delle Vele”. Lo ha affermato il ministro per la Coesione territoriale, Claudio De Vincenti, al termine dell’incontro con il sindaco de Magistris, previsto per fare il punto sugli interventi del Patto per Napoli (vai all’articolo).

“Con questo incontro ci sarà sarà una accelerazione significativa per la chiusura dei cantieri più importanti del metrò insieme con la Regione. E poi l’abbattimento di una Vela prima entro l’estate 2017 e la valorizzazione dell’Albergo dei Poveri, ma anche più treni, i contenitori interrati di differenziata per il centro storico e molto altro”, ha affermato de Magistris.

Il sindaco, riferendosi alla bonifica Bagnoli, ha sottolineato la necessità di seguire “il metodo positivo avviato sul Patto per Napoli”. “Permangono le divergenze sul tema del commissariamento – ha aggiunto –, ma apprezzo molto che ci sia un confronto con le delegazioni, quella del governo e quella del Comune, perché si facciano le bonifiche e si parli del futuro di Bagnoli insieme”.

“Con il metodo del confronto – ha concluso il sindaco – facciamo in modo che le istituzioni dialoghino pur nella divergenza sul tema commissario”. Sul seguire il metodo del Patto per Napoli si è detto d’accordo anche De Vincenti, che tuttavia ha anche difeso la scelta del commissariamento fatta due anni fa dal governo Renzi.

Lascia un commento