Ischia, navetta portuale soppressa. I sindaci: “Urge soluzione, ci faremo sentire”

Mercoledì 25 gennaio audizione alla Commissione regionale: “Si assicuri la continuità tra Calata Porta di Massa e Beverello”. Pronti ad iniziative di protesta “plateali”

“Riteniamo intollerabile la soppressione di un servizio fondamentale per l’utenza dei trasporti marittimi, residenti sulle isole del Golfo di Napoli e turisti, e chiederemo con forza una soluzione che soddisfi in pieno le loro e nostre esigenze, con il ripristino immediato del servizio di navetta all’interno del Porto di Napoli”. Così i sei sindaci dell’isola d’Ischia alla vigilia dell’audizione congiunta convocata, su richiesta dei primi cittadini, dalla III e IV Commissione Consiliare Permanente della Regione Campania e in programma mercoledì 25 gennaio alle 12. I sindaci di Ischia, Barano d’Ischia, Serrara Fontana, Forio, Lacco Ameno e Casamicciola Terme guardano “con preoccupazione alla rivisitazione dei servizi all’interno dell’area portuale, manifestando perplessità sulla soluzione alternativa prospettata dall’Autorità portuale con il servizio tra i due punti di sbarco-imbarco effettuato dall’Alibus” e si dicono “pronti a rappresentare il disagio di un’intera comunità e di migliaia di turisti”, legato alla mancanza di un percorso pedonale sicuro nel tratto tra Calata di Massa e Molo Beverello.

L’audizione congiunta – sottolineano i sindaci –  è stata convocata grazie al fattivo interessamento di Nicola Marrazzo, presidente della III Commissione consiliare permanente (Attività produttive, Programmazione, Industria, Commercio, Turismo, Lavoro e altri settori produttivi). “Ribadiamo – dichiara il sindaco di Ischia, Giosi Ferrandino – che negli accordi sottoscritti nel 2007 tra i Comuni delle isole e l’Autorità portuale, nell’ambito della divisione logistica degli attracchi di aliscafi e traghetti, chiedemmo ed ottenemmo la garanzia di un servizio di collegamento a ciclo continuo tra i due punti. La soppressione del servizio di navetta – prosegue Ferrandino, appoggiato dai colleghi degli altri cinque comuni in una iniziativa che coinvolge anche Capri, Anacapri e Procida – significa ad oggi un impoverimento dell’offerta all’utenza. Circostanza, questa, che ci impone di sollecitare l’Autorità portuale a tornare sui suoi passi, rendendo al contempo informato il Prefetto di Napoli sulle problematiche, che riteniamo non di secondo conto, legate all’avvenuta soppressione”.

I sindaci dell’isola d’Ischia non escludono, qualora l’azione non si riveli efficace, iniziative anche plateali di protesta. Il servizio di navetta tra Calata Porta di Massa e Molo Beverello è stato soppresso lunedì 16 gennaio. L’Autorità portuale ha reso noto che sarà una linea Alibus a collegare i due poli tra loro e all’Aeroporto internazionale di Capodichino. “Una soluzione che non riteniamo soddisfacente, rivolgendosi a utenze con esigenze differenti, da tutelare con servizi distinti e separati”.

Lascia un commento

18 + sei =