Napoli-Palermo 1-1. Per gli Azzurri sfuma l’aggancio alla Roma

A Nestorovski risponde Mertens. Palermo in 10 uomini nel finale

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Maksimovic, Ghoulam; Allan (9′ st Zielinski), Jorginho (18′ st Pavoletti), Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri.

PALERMO (4-3-3): Posavec; Rispoli, Gonzalez, Goldaniga, Pezzella; B. Henrique, Jajalo, Chochev; Quaison (44′ st Morganella), Nestorovski (46′ st Sunjic), Trajkovski (15’st Aleesami). All. Lopez.

ARBITRO: Celi di Bari

MARCATORI: 6′ pt Nestorovski (P), 21′ st Mertens (N)

Napoli, 29 gennaio – Il Napoli, nel posticipo della ventiduesima giornata di serie A, con il Palermo non va oltre il pareggio. A Nestorovksi, autore del vantaggio rosanero, risponde Mertens grazie alla papera di Posavec, che a parte questo infortunio ha parato davvero di tutto. Il Napoli pareggia ma ha rischiato di perdere, pur avendo dominato la gara dall’inizio alla fine. Alla banda Sarri è mancato quel pizzico di precisione sotto porta che avrebbe permesso trovare più volte la via del gol. Clamorosa l’occasione fallita da Insigne nel finale, probabilmente in uno scarso momento di forma. Matura così il pareggio che non permette agli azzurri di agganciare la Roma al secondo posto, ma li costringe ad accontentarsi di rosicchiare un punto.

Il Palermo, ben messo in campo dal nuovo tecnico Diego Lopez, si schiera con il 4-3-3. Non c’è Diamanti e quindi spazio a Trajkovski. I rosanero passano in vantaggio al 6′ minuto con Nestorovski, che sul cross di Rispoli svetta di testa davanti a Hysaj e infila Reina. Gli azzurri non ci stanno e si proiettano in attacco, sfiorando un gol già fatto con Callejon. Poco più tardi altra occasione per il Napoli con Mertens, che deve arrendersi alla traversa. Il Palermo si salva anche al 38′ sulla conclusione ravvicinata di Insigne, con Posavec che è lesto a togliere la palla dai piedi di Mertens, pronto a ribattere nei pressi del dischetto.

Nella ripresa continua l’assalto del Napoli, sempre alla ricerca del pari che tarda ad arrivare. Gli azzurri si schierano con il 4-2-3-1 perché Zielinski entra al posto di Jorginho e affianca Hamsik in mediana. Al 65′ il Napoli acciuffa il pari con Mertens e la complicità di Posavec, quest’ultimo autore nel corso della serata di tante belle parate. Anche dopo aver subito il gol, il Palermo non esce dalla propria area mentre il Napoli continua a spingere forte sull’acceleratore nella speranza di trovare il gol vittoria. Zielinski ci prova con una botta dalla lunga distanza ma Posavec vola e salva i suoi.

Nel finale il Palermo rimane in 10 per l’espulsione di Goldaniga, autore di un intervento a piedi uniti su Mertens. Nonostante l’uomo in più del Napoli, i rosanero nel finale spezzatino (troppe le interruzioni di gioco e poco il recupero, ndr),  resistono. Insigne si divora un gol che sembrava praticamente già fatto e il Napoli capisce che non è serata. I tifosi azzurri lasciano lo stadio delusi, la banda Sarri ha perso la grande occasione di raggiungere la Roma a quota 47 punti.

FOTO: tratta da corrieredellosport.it

Lascia un commento