#VentiRighe – Veltroni, vittima dell’epidemia che colpisce i calciofili

Una vita nella politica  e non solo: la segreteria del partito della sinistra storica, ministro, sindaco di Roma, direttore dell’Unità, regista cinematografico, scrittore

Suo l’intelligente e fisiologico distacco dalla bagarre parlamentare e dal caos del Pd. E’ la scelta di vita di Walter Veltroni che non ha mai nascosto l’empatia con il mondo del calcio, al punto da indurlo a scendere in campo, a partecipare alla lotteria per la presidenza della Lega di Serie A. Il toto scommesse valuta legittima l’aspirazione e promette quote modeste per chi  punta sulla scalata vincente dell’ex democratico di sinistra. Gli esperti gli attribuiscono il consenso di tredici club per la successione a Beretta, dunque gli mancherebbe solo un altro voto. Quanti conoscono della lega le profonde divisioni interne, le aspre contrapposizioni, le battaglie per accaparrarsi fette consistenti del tesoretto per i diritti televisivi, le lotte intestine tra grandi club e società minori, si chiedono: “Ma chi glielo fa fare?” E poi, la sua nomina non somiglierebbe a un caso di conflitto di interessi, considerata la sua viscerale passione per la Juventus?

Lascia un commento