Il Comitato Campano vince il Criterium Interappenninico: sull’Etna gli sciatori partenopei conquistano 8 medaglie

Per la prima volta il CAM in testa tra i comitati Appenninici. Sabato coppa Italia master Ballabio mette in palio il Trofeo Telethon

Napoli, 9 febbraio – Sono 8, su 24 in palio, le medaglie vinte dalla squadra del Comitato Campano, composta da 45 atleti, al Criterium Interappenninico di sci alpino che si è appena concluso in Sicilia, sulle nevi dell’Etna, al quale hanno partecipato oltre 200 ragazzi dai 13 ai 16 anni in rappresentanza di 10 comitati di tutte le regioni dell’Appennino, dalla Liguria alla Sicilia. La squadra campana, grazie ai piazzamenti dei suoi atleti, è balzata al comando della classifica generale, per la prima volta nella storia del Criterium, superando il Comitato Emiliano e quello Abruzzese. La metà del medagliere campano è stata conquistato da Chiara Carolli e da Gianlorenzo di Paolo, portacolori del SAI Napoli, entrambi della categoria allievi. Chiara ha vinto un argento nel gigante e un bronzo nello slalom, due podi che le hanno fatto vincere anche la combinata, mentre Gianlorenzo ha arricchito il suo palmares con un secondo posto tra i pali stretti, sfiorando la vittoria per soli 27 centesimi di secondo, e un terzo in gigante.

Le altre quattro medaglie sono state vinte nello slalom speciale da Francesca Carolli, che si è aggiudicata l’oro nella categoria ragazzi con un vantaggio sull’emiliana De Leonardis di oltre  4 secondi. Oro anche per la sua compagna di squadra Flavia Giordani tra le allieve e di bronzo per Benedetta Caloro dello sci club Napoli. Sempre tra i pali stretti è giunta l’ottava medaglia del CAM, quella d’argento, grazie ad altro ‘saino’ Alberto Minucci, nella categoria ragazzi.

Sabato 11 febbraio si corre a Roccaraso. Sulla pista Canguro di Pizzalto due prove di slalom gigante del Circuito di Coppa Italia Master (atleti over 30), ma aperte anche alle categorie Giovani e Senior, valide per l’assegnazione del Trofeo Telethon, messo in palio da Andrea Ballabio. Le due gare, sono incluse anche il circuito Mastermind, del quale lo “scienziato-sciatore” napoletano, oltre ad esserne promotore e sostenitore, è anche detentore del titolo del 2016.

In palio anche un trofeo a squadre intitolato alla memoria di Felice Piccinni, notaio e imprenditore che creò il comprensorio di Montepratello a Rivisondoli, recentemente scomparso, dopo aver superato la soglia dei 102 anni e appassionato sciatore fino all’età di 94 anni. Le gare di coppa Italia riservate alla categoria Master proseguiranno nelle giornate successive sempre in Abruzzo, a Campo Felice dove sono in programma due giganti il giorno 12 e due il giorno 13 febbraio.

Lascia un commento