De Luca alla Direzione Pd: “La scissione sarebbe una tragedia”.

Il governatore della Campania in Direzione Pd fa l’elenco dei problemi e afferma: “Dobbiamo chiedere scusa al mondo della scuola”. Poi attacca Di Maio (M5S): “Reduce da battaglia con storia, geografia e grammatica si è riproposto come guida del governo dell’Italia”

Roma, 13 febbraio – “Non è possibile avere una linea unitaria ed una possibilità di convivenza? Chiariamoci: guarderei come ad una tragedia la divisione del partito”. Lo ha affermato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante il suo discorso alla Direzione del Partito Democratico, tenutasi quest’oggi a Roma.

De Luca ha elencato una serie di problemi che il partito deve risolvere. “Dobbiamo chiedere scusa – ha detto – al mondo della scuola. Dobbiamo ristabilire la sintonia con quel mondo”. Per il governatore nel Pd si è “arrivati a punte di masochismo inimmaginabili”, anche perché dopo la sconfitta del referendum costituzionale “c’era la possibilità di ricominciare il nostro cammino”.

De Luca non si è fatto mancare una stoccata al vicepresidente della Camera Luigi Di Maio (Movimento 5 Stelle). “Reduce da una battaglia contro la storia, la geografia e la grammatica si è riproposto come guida del governo dell’Italia, forte dei successi di Roma Capitale, dove sono state introdotte grandi novità, dalle accettazioni di dimissioni con riserva alle polizze al limite dell’ignoto”, ha affermato il governatore.

Lascia un commento