Addio al regista Pasquale Squitieri

La camera ardente sarà allestita domani dalle 11 alle 18 a Roma

Roma, 18 febbraio – Il regista nato a Napoli il 27 novembre 1938, è venuto a mancare questa mattina a Roma. Lo rende noto la famiglia. La camera ardente sarà allestita domani dalle 11 alle 18. “Un anno fa – racconta la seconda moglie Ottavia Fusco – interpellata dall’ANSA – ha avuto un terribile incidente stradale dal quale non si è mai ripreso. Ma il suo amore per il cinema quello è sempre rimasto immutato”.

Squitieri aveva una figlia Claudine nata dal lungo legame con Claudia Cardinale durato 26 anni. Il regista ha avuto anche una parentesi politica eletto senatore nel 1994 con Alleanza Nazionale, in seguito si era ricandidato con il Pdl. Squitieri dopo la laurea in Giurisprudenza si trasferisce a Roma dove si avvicina al mondo del cinema in veste di aiuto regista di Francesco Rosi, ma grazie ad un finanziamento di Vittorio De Sica, dirige il suo primo film (Io e Dio, 1970). Con lo pseudonimo di William Redford, firma Django sfida Sartana (1970).

Lascia un commento