Tesseramento Pd, de Magistris: “Siamo alla tragicommedia”

Il sindaco commenta il caos che in queste ore sta investendo il Partito Democratico a Napoli, Castellammare e Caserta

Napoli, 3 marzo – “Il Pd sta diventando un po’ una commedia dell’arte che assume anche contorni tragicomici”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commentando il caos dovuto a tesseramenti irregolari (vai all’articolo) che sta investendo il Pd a Napoli, Castellammare e Caserta.

“Noi – ha aggiunto de Magistris – siamo non solo osservatori, ma anche protagonisti di questo sgretolamento. Il Pd ha avuto l’opportunità di rigenerarsi 5 anni e mezzo fa e non l’ha colta. Anzi, abbiamo assistito allo scandalo primarie, alle liste a insaputa e ora alle vicende del tesseramento per il congresso e la segreteria nazionale”.

Secondo il sindaco “nel Pd non ci sono gli elementi per produrre una rigenerazione vera”, nonostante ci siano tanti militanti per bene. “Solidarietà all’elettorato Pd assolutamente in buona fede e a quanti fanno politica con entusiasmo”, ha affermato de Magistris.

“Quello che doveva essere il rottamatore, l’utilizzatore del lanciafiamme, si sta rottamando da solo sulla questione morale”, ha affermato il sindaco riferendosi alla vicenda giudiziaria che coinvolge l’imprenditore napoletano Alfredo Romeo (vai all’articolo) e Tiziano Renzi, padre dell’ex premier Matteo Renzi. “Io credo – ha concluso de Magistris – che siamo alla fine del potere personale di Renzi e del partito personale che stava e sta per costruire”.

Lascia un commento