Champions, al San Paolo c’è Napoli-Real Madrid. Azzurri costretti a un’impresa quasi impossibile

Squadre in campo alle ore 20.45 per il ritorno degli ottavi di Champions. Sarri sembra intenzionato a riproporre una formazione simile a quella vista con la Roma in campionato, con Rog a centrocampo e Mertens confermato punta centrale. I blancos rispetto all’andata ritrovano Bale

Napoli, 7 marzo – Un’impresa quasi impossibile. Questo aspetta il Napoli, che stasera sarà impegnato con il Real Madrid per il ritorno degli ottavi di Champions. Gli azzurri per passare il turno devono fare due gol senza subirne. Difficile, difficilissimo o quasi impossibile vista la forza degli avversari. Ma in passato il Real Madrid è stato eliminato pur avendo vinto con due gol di scarto all’andata e questo può far ben sperare i tifosi azzurri. Per riuscire nell’impresa la banda Sarri dovrà evitare gli errori commessi al Bernabeu, quando ci sono stati cali di concentrazione e, a causa della tensione nervosa che ha fatto tremare le gambe a diversi giocatori, è stato concesso ai blancos lo spazio per far male. Al San Paolo, con 54mila spettatori ad assistere al match, la paura potrà lasciare spazio alla grinta: quella che serve per battere il Real. Ecco che potrebbe materializzarsi la famosa cazzimma tanto evocata da De Laurentiis nel post partita dell’andata. I giocatori del Napoli devono mostrare di averla e davanti al loro pubblico amico potrebbero riuscirci.

Tecnicamente il Real è molto più forte, questo vuol dire che gli azzurri devono correre più veloci dei loro avversari. Cercare magari la giocata in contropiede, perché il Real non verrà a chiudersi a Napoli ma, se non farà la partita, tenterà sicuramente di imporsi. Fondamentale è non farsi schiacciare troppo, chiudere gli spazi con raddoppi di marcatura sul portatore di palla. Evitare che possano andare al tiro indisturbati ai 20 metri, come ha fatto Casemiro all’andata mettendo a segno il 3 a 1, fra l’altro con un tiro splendido ad alto coefficiente di difficoltà. Particolare attenzione andrà prestata alle incursioni sulle fasce di Bale da una parte e Ronaldo dall’altra. E ai calci piazzati, che potrebbero risultare letali.

“Proveremo a rovinargli i piani e a fargli girare i coglioni”. Lo ha detto il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, in conferenza stampa, spiegando che un’impresa quasi impossibile aspetta la sua squadra perché loro, i blancos, “segnano da 46 partite consecutive”. “Il giocatori del Real – ha proseguito – hanno grandi qualità tecniche e fisiche. Credo che l’aspetto più importante sarà la fase difensiva, cercare sacrificio e attenzione concendendo poco anche se alla lunga c’è la possibilità che vengano fuori le loro qualità. La difficoltà è quella di avere una fase difensiva che li contenga il più lungo possibile. Invece avanti possiamo metterli in difficoltà anche se partiamo con due gol di svantaggio. Non ci dobbiamo fare condizionare – ha sottolineato –, dobbiamo solo giocarcela in maniera giusta”.

“La sfida dal Real Madrid è un grande evento e vogliamo godercela, come se la godranno i tifosi, credo che l’urlo ‘The Champions’ si sentirà fino a Torino”. Lo ha detto il capitano Marek Hamsik parlando in conferenza stampa. “È sicuramente – ha aggiunto – una delle una delle più importanti della mia carriera, difficilmente la dimenticherò”.

“Mi aspetto un Napoli che parta forte, che cerchi subito il gol. Noi dobbiamo avere intensità anche nei momenti in cui soffriremo”, ha detto l’allenatore del Real Madrid, Zinedine Zidane. “Faremo la nostra partita provando a vincere, senza mai gestire la partita – ha spiegato –. All’andata iniziammo fortissimo e segnarono loro, ma noi abbiamo continuato a giocare allo stesso modo e abbiamo segnato tre gol. L’inizio è importante ma tutta la partita è importante”.

Il Napoli scenderà in campo con il solito modulo 4-3-3 e formazione simile a quella vista all’Olimpico con la Roma. Centrali di difesa Albiol e Koulibaly con Hysaj a destra e Ghoulam a sinistra. A centrocampo Rog sarà probabilmente confermato dopo aver stupito con bianconeri e giallorossi. Completano la mediana Diawara e Hamsik. In attacco Insigne e Callejon ai lati di Mertens, che ha recuperato dai crampi e sarà confermato nel ruolo di punta centrale.

Difesa del Real composta da Pepe, che sostituirà l’infortunato Varane, e Sergio Ramos, con ai lati Carvajal e Marcelo. A centrocampo Casemiro, Modric e Kroos. In attacco tridente composto da Cristiano Ronaldo, Benzema e Bale.

Probabili formazioni:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Rog, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri.

REAL MADRID (4-3-3): Navas; Carvajal, Ramos, Pepe, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Bale, Benzema, Ronaldo. All. Zidane.

ARBITRO: Cakir (Turchia)

Lascia un commento

quattordici + sedici =