De Magistris: “Emiliano esca dal Pd e venga con noi”. Su Salvini: “Lo sconfiggeremo, come l’altro Matteo”

Il sindaco di Napoli, de Magistris, ospite della trasmissione PiazzaPulita di La7 ha parlato del Congresso Pd e dell’arrivo di Salvini a Napoli

“Per Emiliano ho simpatia e sicuramente potrei avere un’interlocuzione politica più semplice con lui anziché con Renzi. Ma il progetto Pd a me non interessa. Secondo me Emiliano farebbe meglio a uscire fuori da quel partito e a venire con noi, a fare un movimento politico dal basso, che si connetta con i territori, difenda i beni comuni e sia contro i sistemi oligarchici e partitocratici”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ospite ieri sera della trasmissione PiazzaPulita di La7.

“Personalmente non mi candiderò alle prossime politiche politiche, come movimento vedremo”, ha detto tra le altre cose de Magistris. “Io – ha spiegato – sono sindaco di Napoli fino al 2021 e questo è già molto impegnativo. Poi è vero, la politica evolve molto rapidamente. Ma al giorno d’oggi posso dire che io non mi candido”.

Al sindaco è stato chiesto di commentare l’arrivo a Napoli del segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, per la manifestazione dell’11 marzo. De Magistris, alludendo a Renzi, ha affermato: “Da sindaco posso dire che abbiamo sconfitto il primo Matteo alle amministrative e poi al referendum, adesso sconfiggeremo anche l’altro Matteo. Lo faremo pacificamente e con le mani pulite. I napoletani non si faranno abbindolare da Salvini, che fino a pochi mesi fa diceva che ‘puzzavamo’ e adesso vuol farsi vedere come amico dei meridionali. In realtà è razzista e xenofobo”.

Lascia un commento