Fuorigrotta a ferro e fuoco, guerriglia urbana per contestare Salvini

Bilancio degli scontri: 16 poliziotti feriti e 5 manifestanti fermati

Napoli, 11 marzo – Lanci di molotov e sassi da parte di giovani incappucciati nei pressi della Mostra d’Oltremare, nel quartiere Fuorigrotta. Scontri con le forze dell’ordine in assetto anti sommossa, il bilancio della manifestazione anti Salvini – che era stata annunciata come pacifica – è di 16 poliziotti feriti e 5 manifestanti fermati.

Il corteo dei manifestanti è partito ordinatamente da piazza Sannazzaro ma nei pressi della Mostra, sede del Palacongressi, dove alle 17 era in programma la manifestazione del leader della Lega Nord, si è staccato un gruppo di manifestanti incappucciati che ha accerchiato le forze dell’ordine prendendole alle spalle. Da qui la carica della polizia con lanci di lacrimogeni ed uso di idranti, che hanno disperso la folla. Durante la fuga i manifestanti hanno continuato a lanciare sassi contro gli agenti. Un gruppo di manifestanti è ora in presidio davanti alla Questura per chiedere la liberazione dei giovani sottoposti a fermo.

In mattinata il sindaco de Magistris si era espresso contro la decisione del governo che aveva ordinato l’Ente Mostra d’Oltremare di ospitare la manifestazione leghista.

Lascia un commento

uno × tre =