Parco Archeologico di Paestum: “I giorni romani di Paestum”

Sabato 18 e domenica 19 marzo 2017, il Parco Archeologico di Paestum ospita, per il secondo anno, l’evento di ricostruzione e rievocazione storica I giorni romani di Paestum, che si ripeterà il 27 e 28 maggio e il 9 e 10 settembre 2017

Un fine settimana a Paestum per festeggiare tutti i papà. Ecco il programma: dalle 10.00 alle 17.30 sarà come fare salto nel passato per rivivere l’emozione e la suggestione della Paestum romana: dall’Anfiteatro al Tempio della Pace, dal Foro al Comitivm, sarà possibile incontrare matrone, senatori, patrizi, plebei, commercianti, gladiatori e, per la prima volta, musici e danzatrici del gruppo Musiche e Danze Antiche “Fonomachoi”; dalle 10:00 alle 15:00 i più piccoli potranno partecipare a una caccia al tesoro a tema; alle 16.00, nell’anfiteatro, si assisterà ai giochi dei gladiatori offerti da Quinto Arrio Serio. Presso il Tempio di Nettuno il sacerdos ricostruirà un rito basato su antiche fonti, interamente recitato in latino, con processione sacra.

Ecco le curiosità: come mangiavano gli antichi Romani? Quali erano le pietanze del popolo, quali quelle dei ricchi? Come veniva macinato il grano per fare il pane, e quale pane veniva mangiato maggiormente? Scopritelo nella bottega che si affaccia sul Foro di Paestum con l’archeo-cuoca IVCVNDA, che sfornerà il pane, vi farà assaggiare il libum di Catone, il celeberrimo garum oppure bere un bicchierino di mulsum, il vino speziato romano; come ci si curava in epoca imperiale a Roma? E prima? Quali erano le erbe mediche? Quali gli strumenti chirurgici usati dai Romani? Scopritelo con il medico greco Eutyches, esperto di medicina.

E poi si potrà scoprire come venivano realizzate le monete, quali erano le essenze, gli oli profumati, le polveri che utilizzavano le ricche matrone per truccarsi; provare a usare un telaio, a tessere una trama, presso la bottega del tessitore con dei telai ricostruiti e perfettamente funzionanti. I personaggi storici che si incontrano lungo il percorso forniranno informazioni, storiche e tecniche, in italiano e in inglese.

L’evento, in collaborazione con il Parco Archeologico di Paestum, è ideato e promosso dall’Associazione Culturale SPQR di Roma, insieme a Mos Maiorum e Romanitas da anni impegnate nella rievocazione storica, nella valorizzazione di siti archeologici e musei con living history, e come consulenti in documentari storici come Ulisse di Alberto Angela, e in quelli realizzati per History Channel e The National Geographic Channel.

L’iniziativa è inclusa nel biglietto di ingresso al Museo e all’area archeologica (9,00 euro – ridotto 4,50 euro tra i 18 e i 25 anni – gratuito fino a 18 anni) e nell’abbonamento Paestum Mia.

Lascia un commento

5 + sette =