De Magistris: “Salvini non è il nuovo. Come Comune di Napoli abbiamo fatto di tutto affinché la situazione non degenerasse”

Il segretario leghista: “Sindaco bizzarro”

“Attenzione a considerare Matteo Salvini il nuovo”, esordisce così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, quest’oggi ospite ai microfoni su Raitre, a In mezz’ora di Lucia Annunziata. “Salvini ha governato con Berlusconi, ha tagliato le risorse ai Comuni. Napoli è sicuramente un’esperienza nuova, dove cerchiamo di coniugare rivoluzione e affidabilità di governo”, ha aggiunto il primo cittadino.

De Magistris, a proposito della visita del segretario leghista a Napoli, ha spiegato: “Non abbiamo detto mai no alla manifestazione di Salvini a Napoli, abbiamo detto solo che non avremmo concesso la Mostra d’Oltremare. Poi è legittimamente intervenuto il ministro dell’Interno, ma ancora oggi credo che sarebbe stato meglio spostare l’evento. Potevamo convenire su una soluzione equilibrata, far fare la manifestazione a Salvini a cinquanta metri, nel Palapartenope, e non in una sede del Comune. Invece del buonsenso si è soddisfatto un capriccio di Salvini. Penso che il ministro Minniti abbia ceduto all’intransigenza di Salvini”.

“I diecimila in piazza nel giorno del comizio – ha detto il primo cittadino – sono stati una bella pagina. Quel corteo avrebbe dovuto concludersi con una sonora pernacchia. Non facciamo l’equazione manifestazione, centri sociali, violenza – ha sottolineato –. Abbiamo fatto di tutto per evitare che la situazione potesse degenerare, la responsabilità non può essere attribuita al sindaco di Napoli. E la città è parte lesa di tutto questo. Dove c’è Salvini c’è sempre violenza”.

Salvini, che ha preso la parola poco prima che de Magistris lasciasse lo studio, ha definito il sindaco “un poveretto”. “Ho sentito l’intervista a questo signore, una mezzoretta inutile per il mio punto di vista. Non do giudizi, lascio giudicare a chi è davanti al televisore”, ha affermato l’europarlamentare.

“Non so cosa gli ho fatto di male – spiega Salvini –, se gli appaio in sogno o meno. Sono molto preoccupato per i tanti napoletani che hanno problemi veri. Invito tutti quelli che hanno sentito questo signore parlare per mezzora a interrogarsi per capire se quest’uomo può governare il Paese. Non è normale che un ministro dell’Interno debba intervenire perché c’è un sindaco bizzarro che annulla il comizio tre volte in un giorno. Questa non è democrazia”.

Difeso da Minniti? Se rispetto Minniti? Lo ringrazio, ha fatto qualcosa che in un paese normale non si dovrebbe fare, Salvini può non piacere ma in democrazia chiunque può parlare, non è normale che un ministro intervenga perché c’è un sindaco bizzarro. Salvini dovrebbe dover parlare senza che mille poliziotti debbano fronteggiare 300 teppisti. Minniti parla bene, ma il suo governo su immigrati e sicurezza razzola male”.

Se ho una autocritica da fare su come parlo del Sud? Napoli è la capitale europea dei falsi incidenti stradali. Falsi periti e testimoni, molti avvocati guadagnano così. Chi paga? I napoletani perbene che pagano il doppio l’assicurazione”.

Lascia un commento