Sanità, De Luca inaugura un nuovo reparto della clinica oculistica della Sun

Il governatore: “Con l’inaugurazione di questo centro di eccellenza nella cura di patologie oculari si è aperta una stagione molto interessante per la sanità nella nostra Regione”

Napoli, 22 marzo – In Campania abbiamo “punti di assoluta eccellenza. Il reparto che si va ad inaugurare oggi non ha paragone con nessun’altra realtà d’Italia”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, inaugurando il nuovo reparto dedicato alle Malattie Oculari Rare dell’Azienda ospedaliera Universitaria Vanvitelli.

Nel riparto del Fondo sanitario nazionale, ha ricordato De Luca, “essendo la Regione più giovane d’Italia la Campania riceve la somma pro capite più bassa del Paese. Impegnarsi nella ricerca e cura di malattie rare – ha aggiunto – è una scelta di valore e oggi, con l’inaugurazione di questo centro di eccellenza nella cura di patologie oculari, si è aperta una stagione molto interessante per la sanità nella nostra Regione”.

Per De Luca l’inaugurazione del reparto oculistica “è un altro passo per portare la sanità campana prima in Italia. Questo – ha proseguito –, è un centro che a Napoli accoglie e cura pazienti con malattie rare fornendo un percorso diagnostico veloce grazie a tecnologie e sistemi all’avanguardia. Mi dicono – ha sottolineato – che più della metà dei pazienti vengono da fuori Regione. Ci riempie di orgoglio il fatto di avere qui una struttura in grado di curare malattie rare nel campo dell’oculistica”.

Per quanto riguarda i tanti problemi ancora presenti nella sanità, De Luca martedì commentando le dimissioni del commissario alla sanità campana, Joseph Polimeni, aveva affermato: “Di fronte alle tante questioni emerse nella sanità nessuno in questi mesi si era accorto della presenza dei commissari. Ci stiamo avviando alla piena responsabilizzazione della Regione nella gestione del suo sistema sanitario”. A margine dell’inaugurazione del reparto di oculistica della Sun, De Luca sul commissariamento ha ribadito: “Come giusto che sia, la Regione si assume la piena responsabilità del governo della sanità. Ma deve essere chiaro che non ci prepariamo a nessuna Piedigrotta – ha sottolineato –. I problemi di risanamento e riorganizzazione rimangono aperti, ci sarà come doveroso che sia un monitoraggio continuo in relazione al piano di rientro e per quanto ci riguarda prosegue la sfida di migliorare in maniera radicale livelli essenziali dell’assistenza”.

Lascia un commento