Sanità, De Luca: “Il risanamento fatto è solo contabile, siamo ultimi in assistenza sanitaria”

Il governatore: “Fatta un’operazione truffa sul risanamento generale della sanità”

Napoli, 29 Napoli – Quello fatto dai vari commissari di governo alla sanità campana durante 8 anni di commissariamento, “è un risanamento contabile a discapito delle prestazioni e dei livelli di assistenza, tant’è che siamo ultimi nella griglia dei Lea (Livelli essenziali di assistenza, ndr)”. Lo ha affermato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la conferenza stampa di presentazione di adeguamento strutturale del presidio ospedaliero veterinario del Frullone. Per il presidente della Giunta regionale si è trattato di “un’operazione truffa”, ma nel giro di due anni “dobbiamo essere primi, la Campania deve essere la prima in Italia anche per i Lea” e per questo “siamo tutti chiamati a buttare il sangue”.

Quanto ai fondi per la sanità, De Luca ha sottolineato che “a Napoli e alla Campania nessuno farà regali. Quando a Roma parliamo del riparto fondi dobbiamo combattere per affermare il principio di equità. Non un’equità fatta di fondi aggiuntivi, ma un’equità – ha concluso – che sia lo stesso trattamento dal primo all’ultimo cittadino italiano”.

Lascia un commento