De Luca spettegola con Leonardo Impegno (Pd) su de Magistris tirando in ballo il questore De Iesu

Il governatore a telecamere accese, quelle dell’agenzia OmniNapoli, si lascia andare a dure definizioni sul sindaco de Magistris, riportando un’opinione che a suo dire gli sarebbe stata confidata dal questore di Napoli, Antonio De Iesu

Napoli, 30 marzo – Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, incappa ancora una volta in uno scivolone istituzionale, dopo gli attacchi degli scorsi mesi alla presidente della commissione parlamentare Antimafia Rosy Bindi, definita “un’infame”, e quelli recenti alla consigliera regionale M5s, Valeria Ciarambino, definita una “chiattona”. L’infelice uscita questa volta è sul sindaco di Napoli, Luigi de Magistris: De Luca, parlando con il deputato Leonardo Impegno (Pd) prima dell’inizio del convegno sulla Sanità al Cnr, si lascia andare a dure definizioni sul sindaco di Napoli, riportando anche un’opinione che a suo dire gli sarebbe stata confidata dal questore di Napoli, Antonio De Iesu. Le frasi in questione sono state catturate da una telecamera dell’agenzia stampa OmniNapoli, ma appare strano che De Luca non si sia accorto fosse accesa.

Cosa racconta De Luca a Impegno? “Sono andato dal questore e mi ha detto: questo (riferendosi al sindaco de Magistris, ndr) ha amministrato come un pazzo, ho lasciato la città sei anni fa, non è cambiato un c…., anzi è peggiorata”. In queste ore De Luca e de Magistris sono ai ferri corti su diverse questioni, come quella sui fondi per il trasporto scolastico dei disabili. De Luca propone una ‘strategia’ a Impegno: “Individuare dei punti sui quali colpire e attaccare” l’Amministrazione comunale di Napoli. Peraltro De Luca non risparmia bordate al Partito Democratico, a suo dire incapace di fare opposizione sia al Comune che in Città Metropolitana.

Proprio sul tema dell’opposizione del Pd in Città metropolitana, De Luca a margine dell’incontro a una domanda dei giornalisti sulla decisione dei consiglieri Giuseppe Jossa e Alessia Quaglietta di accettare le deleghe da de Magistris, ha affermato: “Hanno fatto una scelta sbagliata, irresponsabile e inconcludente. Si assumeranno le responsabilità, che Dio li protegga”.

Le parole di De Luca ovviamente non sono piaciute a de Magistris, che si aspetta la smentita di De Iesu. “Quando De Luca dice in modo ossessivo rivolgendosi a Impegno ‘dobbiamo individuare dei punti, colpire e attaccare’”, per de Magistris è la conferma del “profilo assolutamente non istituzionale” del presidente della Giunta regionale.

“Non posso credere – ha aggiunto de Magistris – che il questore di Napoli abbia riferito al Presidente della Regione, in un incontro istituzionale, quelle cose sul sindaco di Napoli. Non tanto per il giudizio sulla città, che potrebbe essere un giudizio personale, anche se stento a credere che lo abbia potuto dire perché la città, lo dicono tutti, è nettamente migliorata rispetto a sei anni fa, ma quando fa un passaggio dicendo ‘questo ha governato come un pazzo’. Chiaramente – ha concluso il sindaco – attendo che nel giro di questa sera arrivi una dichiarazione del questore di Napoli”.

Lascia un commento