Serie A, il Napoli ospita al San Paolo l’eterna rivale Juventus

Al San Paolo ci sarà il pubblico delle grandi occasioni: sono attesi circa 50mila spettatori. Nel Napoli ancora in dubbio Reina per un problema al polpaccio. Nella Juve Mandzukic e Dybala sono tra i convocati, ma entrambi non sono al meglio della condizione e pertanto dovrebbero accomodarsi in panchina

Napoli, 2 aprile – Torna la Serie A dopo la sosta per le nazionali e ad attendere il Napoli al San Paolo stasera alle 20.45 c’è la grande sfida con la Juventus: l’eterna rivale di sempre. Sfida che si rinnoverà un’altra volta in appena tre giorni per la partita di Coppa Italia di mercoledì sera, con il Napoli che non ha perso le speranze di qualificarsi. Nell’ultima gara di campionato il Napoli aveva battuto per 3-2 l’Empoli di Martusciello, mentre la Juve era uscita vittoriosa dal Marassi nella sfida con la Samp. Partite che possono essere considerate semplici rispetto al match di stasera, dove sia il Napoli che la Juve daranno il massimo per prevalere sull’avversario. Il match di questa sera è poi cruciale per le sorti del campionato, in un verso o nell’altro. Un eventuale vittoria del Napoli riaprirebbe il campionato, viceversa se a prevalere dovesse essere la Juve, le inseguitrici Roma e Napoli saranno costrette a mettersi l’anima in pace e i bianconeri vedranno avvicinarsi l’obiettivo del sesto scudetto di fila, che per la Juve è un record storico.

Napoli-Juve è anche la sfida tra il miglior attacco del campionato, quello del Napoli con 68 marcature, e la miglior difesa del torneo, quella della Juventus, che ha incassato appena 19 reti. Proprio il fatto di prendere troppi gol, circa 50 finora, fa sì che il Napoli ogni anno non riesca a competere a pieno con la Juve per lo scudetto. Un gap a cui la società di Aurelio De Laurentiis dovrà assolutamente porre rimedio nella sessione estiva, per insidiare la Vecchia Signora nella conquista del possibile settimo scudetto consecutivo.

Il Napoli scenderà in campo con il solito 4-3-3. Tra i pali Reina o in alternativa Rafael. Al centro della difesa Albiol e Koulibaly, con Ghoulam a sinistra e Hysaj a destra. In mediana Jorginho con Allan alla sua destra e Hamsik a sinistra. In avanti confermato Mertens, con Callejon a destra e Insigne a sinistra.

La Juventus dovrebbe schierarsi inizialmente con il 4-2-3-1. Tra i pali Buffon e difesa composta da Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini ed Asamoah. Marchisio e Khedira agiranno in mediana. Sulla trequarti Cuadrado a destra, Pjanic al centro ed Alex Sandro a sinistra. In attacco l’ex della partita: Gonzalo Higuain.

“La pressione positiva è importante. Per la città questa non è una partita come tutte le altre e la squadra deve esserne consapevole”. Lo ha detto il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, in conferenza stampa. “Vincere qui ha un altro sapore – ha sottolineato –. L’ho sempre detto ai miei giocatori, Higuain compreso, ma poi non si possono giudicare le scelte degli altri”. “Rimpianti per il campionato? Se si valutano i singoli episodi – ha detto Sarri –, arrivi alla conclusione che potevi essere più vicino alla vetta. Ma bisogna analizzare anche la situazione nella globalità e la Juventus è in vetta da sei anni per forza tecnica, economica e politica. È evidente che i bianconeri abbiano qualcosa in più”.

“La Juve è abituata a giocare queste partite contro chi scende in campo per la partita dell’anno”, ha affermato il tecnico della Juve, Massimiliano Allegri. “Il Napoli è in un ottimo momento, può arrivare a 90 punti in classifica, a noi servono ancora molte vittorie. Ad aprile ci giochiamo gran parte del campionato, della Coppa Italia e della Champions League. Con Roma e Napoli – ha aggiunto – sono due partite che contano meno, due scontri diretti nei quali può succedere di tutto, dobbiamo pensare a vincere tutte le altre”.

Probabili formazioni:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Insigne, Mertens. All. Maurizio Sarri.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Asamoah; Khedira, Marchisio; Cuadrado, Pjanic, Alex Sandro; Higuain. All. Massimiliano Allegri.

ARBITRO: Orsato di Schio

Lascia un commento