Sanità campana, Santangelo: “Più professionalità, meno politica”

Nella sanità “se nello scegliere i vertici si pensasse più alla professionalità e meno alle dinamiche politiche la situazione sarebbe sicuramente migliore”, ha affermato Michele Santangelo, medico responsabile Uosd trapiano di rene da vivente e chirurgia del retroperitoneo dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II

Napoli, 4 aprile – “La sanità è il settore pubblico in cui girano più soldi e inevitabilmente quando c’è denaro ci possono essere persone deviate”, per questo bisognerebbe mettere “persone giuste al posto giusto e lasciare libertà agli operatori sanitari di scegliere i prodotti che loro ritengono migliori, senza imposizioni dall’alto”. Lo ha dichiarato al quotidiano Il Mattino Michele Santangelo, medico responsabile Uosd trapiano di rene da vivente e chirurgia del retroperitoneo dell’Azienda Ospedaliera Federico II, a margine del convegno “40 anni di trapianti” svoltosi stamane al Policlinico.

Per Santangelo il ruolo di chi governa per arginare la corruzione è fondamentale perché le responsabilità, spiega, “vanno ricercate tra chi amministra e non semplicemente tra gli operatori”. Pertanto “se nello scegliere i vertici si pensasse più alla professionalità e meno alle dinamiche politiche la situazione sarebbe sicuramente migliore”.

Anche Enrico Di Salvo, direttore del centro interdipartimentale trapianti di rene dell’Università Federico II, ha voluto richiamare la politica alle proprie responsabilità. “Ci vuole tanta responsabilità da parte di chi ci governa, per consentire ai medici di lavorare nelle condizioni ottimali, nel rispetto degli ammalati. Negli ospedali campani – ha spiegato – manca tutto: gli infermieri, i portantini, un’organizzazione vera. Spesso non ci sono nemmeno direttori adeguati”. Di Salvo ha affermato che la sanità campana è “assolutamente inadeguata” e la conseguenza di ciò “la pagano i medici e gli infermieri che lavorano il triplo, cercando di evitare che questo danno arrivi ai malati”.

Lascia un commento