Renzi torna a Napoli con una visita a sorpresa: “Qui si respira aria di speranza”

L’ex premier è arrivato in mattinata e ha trascorso qualche ora con i giovani del quartiere Sanità. Mentre Renzi è a Napoli, uno degli altri candidati alle primarie Pd, il governatore della Puglia Michele Emiliano, si rompe il tendine di Achille durante una visita in Calabria: sarà operato

Napoli, 6 aprile – L’ex premier Matteo Renzi, dopo aver fatto il pieno di consensi nei circoli Pd di Napoli e provincia ed essersi aggiudicato il primo round delle primarie per la scelta del segretario di partito (vai all’articolo), questa mattina è tornato a Napoli dopo l’ultima visita di qualche mese fa. Renzi, arrivato in città a sorpresa, in mattinata ha trascorso qualche ore insieme ai giovani del quartiere Sanità. “Ho ripreso il trolley dopo qualche settimana di congresso e sono tornato a girare da solo nel profondo del Paese. Ho trascorso qualche ora bellissima a Napoli nel cuore del quartiere Sanità con Padre Antonio Loffredo e i suoi ragazzi, protagonisti del riscatto culturale e civile di questo territorio” ha scritto Renzi su Facebook.

“Le Catacombe di San Gennaro passate da ottomila a ottantamila visitatori sono solo la punta dell’iceberg di un appassionante lavoro educativo”, ha affermato sottolineando come vi sia “l’idea che l’identità culturale sia la chiave del riscatto economico e sociale non solo del Mezzogiorno. Questo – ha spiegato – è il messaggio che l’Italia deve dare all’Europa, in questa fase storica. Altro che piccole discussioni della politica nazionale: qui si respira a pieni polmoni la speranza. E la lotta contro la rassegnazione”. “Possiamo e dobbiamo fare di più: andiamo avanti, insieme”, ha concluso l’ex premier.

Mentre Renzi era in visita a Napoli, uno degli altri candidati alle primarie del Pd, il governatore della Puglia Michele Emiliano, è rimasto vittima di un infortunio e sarà operato in queste ore per la parziale rottura del tendine di Achille. Il governatore pugliese si è fatto male mentre ballava una danza calabro-albanese durante una visita ad Acquaformosa, in provincia di Cosenza, per verificare le modalità di accoglienza dei migranti.

“Non vi preoccupate, sto bene, ho il morale alto, ma temo di essermi rotto il tendine di Achille mentre ballavo con un gruppo folk calabro-albanese di Acquaformosa in Calabria. Si tratta di un comune speciale dove hanno dato vita ad un modello di accoglienza per migranti che ha portato ricchezza e prosperità al paese e che viene studiato in tutta Europa come una delle migliori prassi mondiali in materia. Il sistema è stato messo a punto dall’ex sindaco Giovanni Manoccio, attuale vicesindaco, e proseguito anche dall’attuale sindaco Gennaro Capparelli. La campagna elettorale continua, ‘Noi’ non molliamo mai”, ha spiegato Emiliano su Facebook.

L’altro candidato alle primarie, il ministro della Giustizia Andrea Orlando, ha mandato un messaggio di auguri al presidente della Puglia. “Caro Michele Emiliano, rimettiti presto”, ha scritto Orlando su Twitter.

Lascia un commento