De Luca: “Il M5s non si taglia lo stipendio”. Ciarambino: “De Luca perfetto esponente della Casta”

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, attacca il Movimento 5 Stelle dai microfoni dell’emittente salernitana Lira Tv, provocando l’immediata reazione degli esponenti pentastellati con Valeria Ciarambino, capogruppo M5s in Consiglio regionale

Napoli, 7 aprile – “Nessun esponente del M5s alla Regione Campania ha ridotto il suo stipendio adeguandolo a quello di un operaio metalmeccanico”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante il consueto monologo settimanale sull’emittente salernitana Lira Tv. De Luca ha ricordato che la Campania “ha votato una legge che consente la riduzione dello stipendio”. “Nessuno degli esponenti del movimento di Grillo lo ha fatto. Se lo faranno tanto di cappello, altrimenti…”, ha aggiunto De Luca sottolineando che le retribuzioni “vanno adeguate al carico di responsabilità”.

Per quanto riguarda la sanità, De Luca ha affermato che c’è bisogno di “una pulizia totale”, ma “non si può dare una immagine di degrado generalizzata perché la sanità campana ha delle punte di eccellenza”. Il presidente della Campania ha sottolineato che tra le eccellenze “c’è il pronto soccorso pediatrico del Santobono, tra i migliori in assoluto”. Per quanto riguarda i Lea (Livelli essenziali di assistenza), De Luca ha ricordato che i dati disponibili sono riferibili al 2015 e al 2014, per quelli del 2016 “bisognerà attendere”.

La risposta del Movimento 5 Stelle è immediata. “Il presidente De Luca, da perfetto esponente della casta, proprio non riesce a capacitarsi che i portavoce del Movimento 5 Stelle si taglino gli stipendi e li restituiscano alla collettività per finalità di bene comune”, ha detto Valeria Ciarambino, capogruppo M5s in Consiglio regionale. La Ciarambino ha ricordato che “con 106mila euro del taglio dei nostri stipendi abbiamo ricomprato tutte le attrezzature dei laboratori di una scuola di Benevento devastata dall’alluvione”. “Ci prepariamo alla nuova consistente restituzione che – ha annunciato – riguarderà la sanità campana, che grazie a questo pessimo presidente è sull’orlo del baratro ed è in condizioni disastrose”.

“I portavoce del Movimento 5 Stelle, come ben sanno gli italiani e i campani, già volontariamente rinunciano all’indennità e si tagliano gli stipendi”, ha proseguito la Ciarambino. “De Luca dicesse piuttosto quanti dei suoi consiglieri e assessori si sono tagliati lo stipendio incluso lui, la risposta è zero spaccato”, ha sottolineato la consigliera pentastellata.

“Comprendiamo che il presidente De Luca sia intimorito e ossessionato dal Movimento 5 Stelle – ha aggiunto la Ciarambino – ma non è colpa nostra se ha una storia politica fatta di clientele, affari e intrallazzi. Le sue offese, le sue bugie e gli attacchi violenti neppure ci scalfiscono”. “Lasciamo De Luca al suo inesorabile declino – ha concluso la capogruppo M5s – noi continuiamo a camminare a testa alta per la nostra strada: useremo i soldi del taglio dei nostri stipendi per iniziative che veramente portino un beneficio alla nostra gente, come già stiamo facendo, e non per le scadenti politiche sociali di De Luca e della sua Giunta”.

One thought on “De Luca: “Il M5s non si taglia lo stipendio”. Ciarambino: “De Luca perfetto esponente della Casta”

  1. “Quello” che siede in regione e’ una vera iattura,un danno,una disgrazia per la Campania in particolare per Napoli. Pero’ i 5 stelle campani,e la Ciarambino,sono combattivi e tenaci,questo mi rassicura molto.

Lascia un commento