Bilancio del Comune di Napoli, la Prefettura invia diffida per mancata approvazione

Il Consiglio comunale, per approvare il bilancio di previsione 2017, ha un massimo di 20 giorni decorrenti dalla notifica dell’atto all’ultimo dei consiglieri

Napoli, 11 aprile – La Prefettura ha notificato una diffida al Comune di Napoli per la mancata approvazione del bilancio di previsione 2017. Questo è stato approvato in extremis dalla Giunta comunale 14 minuti prima dalla mezzanotte del 31 marzo, con il rischio di sforare i termini previsti dalla legge. È necessaria ora l’approvazione del bilancio da parte del Consiglio comunale. Proprio per questo, il prefetto Carmela Pagano ha firmato la diffida nei confronti del Consiglio comunale affinché approvi il bilancio nei termini indicati, cioè non oltre i 20 giorni che decorrono dalla notifica dell’atto di diffida all’ultimo dei consiglieri.

La Prefettura “vista la comunicazione del Comune con la quale ha reso noto di aver approvato lo schema di bilancio in Giunta, diffida il Consiglio comunale all’approvazione del bilancio di previsione per l’esercizio 2017, nel termine massimo di 20 giorni, decorrenti dalla relata di notifica del provvedimento all’ultimo dei consiglieri”. Qualora il bilancio non sarà approvato si provvederà allo scioglimento del Consiglio comunale e alla nomina di un commissario.

Ieri il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha voluto rassicurare in merito all’approvazione del documento contabile. “Il Consiglio comunale – ha detto il sindaco – farà la sua parte. Sarà un lavoro complicato, difficile, ma molto importante per la città che ne sta uscendo rafforzata. Da soli siamo riusciti a fare un lavoro enorme mentre, come vediamo in questi giorni, altri non riescono senza avere un sostegno esterno” (vai all’articolo).

Lascia un commento