Guglielmo Longobardo. Pittura continua, alla Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Napoli

Dall’ 11 aprile al 5 giugno, la Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Napoli ospita un’importante antologica dedicata a Guglielmo Longobardo

Oltre 60 opere, con dipinti datati dagli anni Settanta ai nostri giorni, più un significativo nucleo di carte, indicano un percorso creativo dove la pittura è vista come unico, possibile varco aperto sul mondo, mezzo, tecnica, gesto cui restare fedeli nel corso del tempo. Così, “il quadro è simile a uno schermo – ha scritto Vitaliano Corbi a proposito dell’opera di Longobardo – su cui passa il film della nostra esistenza: un luogo di segni sfuggenti ed enigmatici e tuttavia familiari”.

L’esposizione, curata dai responsabili del patrimonio dell’istituzione napoletana, Federica De Rosa, Marco Di Capua e Andrea Zanella, si riallaccia al ciclo già dedicato in questa sede ai più rilevanti protagonisti dell’arte napoletana del secondo ‘900, e nello stesso tempo intende inaugurare una serie di nuove mostre volte a intercettare nomi e opere dell’arte attuale. Queste saranno presenza costante, accanto alla prestigiosa collezione permanente, negli spazi della Galleria, oggi coinvolta in un programma di riallestimento, e di prossima riapertura.

Lascia un commento