“RiMembra, Drammaturgia per immagini” di Monica Biancardi

E’ un racconto fotografico che l’artista costruisce nel tempo, raccogliendo membra sparse in luoghi differenti, spazi fisici e mentali, non aventi relazione alcuna

La mostra, promossa e organizzata dalla Fondazione Morra, raccoglie un corpus di immagini concepite come singole unità, ma che, nel loro dare forma alla memoria, si collegano formando un atlante visivo fatto di corrispondenze di varia natura.

Il critico Lorand Hegyi, per quindici anni direttore del Museo d’arte moderna di Saint-Étienne e attualmente prestigioso critico e curatore, a proposito del progetto, scrive “Monica Biancardi utilizza collage apparentemente semplicissimi, in cui le diverse immagini di partenza vengono accostate e così unite da collegamenti che emergono dall’analogia formale di elementi figurativi completamente diversi, si servono di somiglianze che possono riguardare la qualità, determinate caratteristiche fisiche reciprocamente associabili, o anche superfici e strutture materiali simili. Destabilizzante è il fatto che non sussiste una spiegazione evidente, un nesso palese tra i diversi elementi dell’immagine.. ”.

RiMembra. Drammaturgia per immagini è visibile fino al 21 maggio 2017 presso la Biblioteca del Museo Nitsch, Vico Lungo Pontecorvo 29d, Napoli. Orari: lun-ven. 10.30 – 18.30 e sab. 10.30 – 13.30.

Lascia un commento