Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento e mostra fotografica “Risate di cinema” al Chiostro San Francesco

Dal 26 al 30 aprile, Comedy protagonista con attori registi e produttori. Inaugurazione con Vincenzo Salemme

Sorrento, 17 aprile – Vincenzo Salemme, Alessandro Siani, Fausto Brizzi, Ornella Muti, Ivan Cotroneo sono tra gli oltre quaranta ospiti tra attori, registi e produttori della 39esima edizione degli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento (26-30 aprile), la seconda di un nuovo corso che ha rilanciato la storica manifestazione di approfondimento sui linguaggi e sui generi cinematografici e seriali. Dopo il successo dello scorso anno, con un’edizione dedicata al “Crime”, il focus 2017 è sul “Comedy”, un genere amato e discusso ma che, popolare o d’autore, resta il cuore pulsante del racconto nazionale. Ad aprire la manifestazione, con la direzione artistica di Remigio Truocchio, sarà Vincenzo Salemme nella serata inaugurale di mercoledì 26 aprile alle ore 19:00 presso il Chiostro San Francesco, quartier generale delle cinque giornate di Sorrento. Giovedì 27 aprile (ore 11:30) si terrà il convegno “La commedia è sempre viva! Gli elementi del successo” a cura di Vito Sinopoli, sullo stato e la tendenza della commedia italiana, in cui interverranno il regista Fausto Brizzi, Giampaolo Letta (Amministratore delegato Medusa Film), Luigi Lonigro (Direttore 01 Distribution), Federica Lucisano (Amministratore delegato Italian International Film) e Nicola Maccanico (Amministratore delegato Vision Distribution). Venerdì 28 aprile (ore 10:30) per la sezione Set Campania, Produzioni Comedy Made in Campania, “Il caso di Casa Surace, la comicità viaggia sul web”: incontro con gli attori Simone Petrella, Daniele Pugliese e Bruno Galasso per analizzare il format che, partendo dal web ha scalato le vette della notorietà e del successo.

Cinque gli incontri della sezione “ComedyTalk”, ideata e condotta da Piera Detassis. Un format che consente ai protagonisti del genere, star e nuovi talenti, registi, interpreti, scrittori, produttori e direttori della fotografia, di dialogare su un tema caldo, intrecciando laboratori di sperimentazione e factory multimediali attive sul territorio campano con il lavoro sempre più sinergico e virtuoso su film, serie tv, web series e animazione. Con una convinzione, sostiene Detassis “che – amata, discussa, adulata e bersagliata, popolare o d’autore – la commedia resta il cuore pulsante del nostro racconto nazionale”.

Con Omaggio alla Francia torna quest’anno la formula classica degli “Incontri” che punterà ogni anno su una cinematografia straniera. Sarà proposto il meglio della nuova commedia francese, con uno sguardo particolare ai remake Italia-Francia, e la partecipazione di ospiti internazionali. Con l’obiettivo di costruire un momento di analisi e approfondimento sui generi cinematografici e sullo stato produttivo e distributivo della commedia italiana e francese. Tre le commedie francesi in anteprima al Cinema Tasso: “50 is the new 30 (Marie-Francine) ” di Valerie Lamercier , “Blockbuster” di July Hygreck alla presenza della regista e dell’interprete Syrus Shahidi, “Wedding Unplanned (Jour J)” di Reem Kerichi , “Qualcosa Di Troppo (If i where a boy)” di Audrey Dana.

Mostra fotografica “Risate di cinema” a cura di Antonio Maraldi (Vernissage 26 aprile ore 18, Chiostro di San Francesco – Ingresso gratuito dalle 9:00 alle 20:00 fino all’1 maggio). Il sorriso scatta sul set, nelle pause o prima del ciak, non solo per le commedie ma anche per quei film che sullo schermo racconteranno vicende drammatiche o intrecci melò. Anzi, forse proprio per stemperare la tensione, una risata può diventare liberatoria. La mostra “Risate di cinema” cerca di documentare le varie situazioni in cui attori, attrici e registi sono colti in momenti d’ilarità, tra convivialità temporanea e complicità di lunga durata. Il riso di scena, come quello sboccato di Gian Maria Volontè in “Quien sabe?” viene affiancato da quello  fuori scena e complice tra Roberto Rossellini e Federico Fellini in visita sul set de “Il generale Della Rovere” e da quello solare di Virna Lisi in “Romolo e Remo”. Come dire che la risata contagia anche i generi, dal western al peplum e attraversa oltre 60 anni di cinema italiano (da “Lo scapolo”, 1955, a “Nemiche per la pelle”, 2016), capace ancora di procurare divertimento o sorpresa. Le foto della mostra, provenienti dai fondi del Centro Cinema Città di Cesena, sono firmate da alcuni dei più celebrati nomi della fotografia di scena, di ieri e di oggi.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Sorrento, Sindaco Giuseppe Cuomo, ed è promossa dall’Assessorato agli Eventi retto da Mario Gargiulo e coordinata dal dirigente del settore cultura Antonino Giammarino; è prodotta dalla Cineventi srl, in collaborazione con la Film Commission Regione Campania. La direzione artistica è affidata a Remigio Truocchio.

Lascia un commento