Sassuolo-Napoli. Sfida difficile per gli azzurri sempre più lanciati all’inseguimento della Roma

Sarri sul secondo posto: “Dobbiamo sapere che non ci sono margini di errore”. “Col Sassuolo? Partita difficilissima”

Napoli, 22 aprile – Dopo aver liquidato l’Udinese in scioltezza con 3 gol, il Napoli fa tappa domani alle 12.30 al Mapei Stadium di Reggio Emilia per la sfida col Sassuolo, gara valida per la 33esima giornata di serie A. La banda Sarri, quando mancano appena 6 gare al termine della stagione, non può permettersi una risultato diverso dalla vittoria: nel mirino c’è il secondo posto, che vale la qualificazione diretta all’edizione 2017-2018 della Champions League. Posto che attualmente è ancora occupato dalla Roma di Luciano Spalletti, a più 2 sugli azzurri. In realtà 3 punti vista la differenza reti (4-3) negli scontri diretti: questo vuol dire che il Napoli non può arrivare a pari punti con i giallorossi, perché altrimenti saranno questi ad andare in Champions.

Appare quindi chiara l’importanza della sfida con il Sassuolo per la compagine azzurra. Squadra ostica quella di Di Francesco, che l’anno scorso al Mapei Stadium riuscì a battere il Napoli per 2-1. Nell’ultima partita tra le due formazioni giocata al San Paolo, invece, si è assistito ad un pareggio, con Defrel che ha risposto all’eurogol di Lorenzo Insigne. Si preannuncia quindi una sfida interessante, con il Napoli che proverà a dare continuità ai risultati in trasferta, dove ha ottenuto più punti in assoluto nell’intero torneo. Il Sassuolo invece, proverà a ripetere quanto di buono fatto vedere nella gara con la Sampdoria.

Assenze pesanti per il Sassuolo. Di Francesco dovrà fare a meno degli squalificati Positano e Peluso. Capitolo infortuni, Magnanelli e Biondini sono convocati ma andranno in panchina, poiché entrambi alle prese con un lungo stop. Ancora lavoro a parte per Gazzola, Pegolo e Missiroli, che non dovrebbero essere della partita. I padroni di casa scenderanno in campo con il 4-3-3. Centrali di difesa Cannavaro e Acerbi, con Adjapong a destra e Dell’Orco a sinistra. In cabina di regia Aquilani, con Duncan e Pellegrini ai suoi lati. In attacco Defrel al centro con Ragusa e Berardi sulle corsie esterne.

Nel Napoli ancora in dubbio Hamsik, ma il capitano probabilmente stringerà i denti: l’alternativa è Zielinski. Nel consueto 4-3-3 partenopeo tra i pali ci sarà Reina, con difesa composta da Hysaj, Albiol, Koulibaly e Ghoulam. Mediana composta da Jorginho, Allan ed Hamsik. In attacco Mertens al centro, con Callejon a destra ed Insigne a sinistra.

“C’è un bilancio da migliorare, vedo la mia squadra in crescita, affrontiamo un Napoli in condizione psico-fisica eccellente, con giocatori di ottima qualità e che gioca il miglior calcio in Italia”, ha detto Di Francesco in conferenza stampa. “Contro di loro tradizione buona? Speriamo di proseguire ma è una squadra difficilissima da affrontare. Sarri ha fatto un ottimo lavoro, dalla difficoltà dell’infortunio di Milik ha trovato una soluzione come quella di Mertens. Noi lo abbiamo fatto con Defrel. Poi Mertens ha accanto giocatori di altissima qualità”.

“Quella con il Sassuolo è una partita che nasconde grandi insidie. Avremo di fronte una società ed una squadra fortissima, basta andare a vedere certi numeri”, ha affermato Sarri in conferenza stampa. Parlando del secondo posto, il tecnico ha sottolineato: “È giusto che i ragazzi abbiano l’obiettivo del secondo posto e dobbiamo fare di tutto per raggiungerlo. Però dobbiamo sapere che non ci sono margini di errore. Non contano le tabelle – ha aggiunto – ma le singole partite. Ecco perchè io ed i ragazzi ora pensiamo solo alla gara di domani con il Sassuolo”.

Per quanto riguarda il rinnovo di contratto di Insigne fino al 2022 (vai all’articolo), Sarri ha affermato: “Penso che si possa innescare una bella storia, un ragazzo napoletano può diventare la bandiera della squadra della sua città. Sono aspetti romantici che al calcio fanno bene”.

Probabili formazioni:

SASSUOLO (4-3-3): Consigli, Adjapong Cannavaro, Acerbi, Dell’Orco; Duncan, Aquilani, Pellegrini; Berardi, Ragusa, Defrel. All. Eusebio Di Francesco.

NAPOLI (4-3-3): Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Insigne, Mertens. All. Maurizio Sarri.

ARBITRO: Damato di Barletta

Lascia un commento

20 − 3 =