“Processo a Gesù” alla Basilica dello Spirito Santo di Napoli

 

“Processo a Gesù” di Diego Fabbri, nella riduzione curata Rodolfo Fornario, che cura anche la regia

Sabato 29 aprile alle 21 alla Basilica dello Spirito Santo di Napoli, l’Associazione Teatrale Arcoscenico sarà in scena con lo spettacolo “Processo a Gesù”. Questa opera, una delle più rappresentate al mondo, è di un autore italiano ed è stata ospitata in molti teatri prestigiosi.

“Processo a Gesù” venne rappresentato per la prima volta al Piccolo Teatro di Milano il 2 marzo 1955. I componenti di una famiglia ebraica, Elia, sua moglie Rebecca, la figlia Sara e Davide, insieme ad una troupe di attori, decidono di mettere in scena il processo a Gesù di Nazareth, per capire quanto la legge giudaica fosse stata applicata giustamente, da Caifa, Pilato, gli Apostoli, Giuda, Giuseppe, e altri personaggi che ebbero un ruolo fondamentale nella vicenda della Crocifissione, vengono chiamati a testimoniare. La particolare impostazione dell’opera di Fabbri fa sì che, partendo da posizioni, diciamo, ufficiali, i personaggi scivolino verso una dimensione squisitamente umana rivelando debolezze, rimpianti, scrupoli e rimorsi che ancora li attanagliano, in bilico tra ruoli pubblici e debolezze umane: vengono ricostruiti i passaggi più importanti della vita di Cristo. L’opera “Processo a Gesù” è ricca di innumerevoli spunti di riflessione.

In scena: Salvatore Sannino, Alessandra Vispo, Tonia Flomena, Ciro Girardi, Antonello Cianciulli, Ciro Meglio, Antonella Quaranta, Luigi Vernieri, Andrea Torre, Alessandro Gioia, Roberto Finamore, Rodolfo Fornario, Patrizia Capacchione, Margherita Rago. Supporto audio luci Annalisa Ravveduto, costumi di Italia Ferri, gentilmente concessi dal Comitato Presepe Vivente – Centro Antico. Riduzione e regia Rodolfo Fonario.

Basilica dello Spirito Santo – Via Toledo, 402
a 100 metri da Metropolitana linea 1 e 2, funicolare di Montesanto e Cumana.
Per informazioni e prenotazioni:
Tel 08118531231 – cell. 3404778572 – 3451513951

Lascia un commento

cinque + sei =