Smartphone e dipendenze tecnologiche, in aumento i disturbi neurocognitivi

L’abuso delle tecnologie al centro del XVII Congresso Mondiale di Psichiatria dinamica

Stando al report del XVII Congresso Mondiale di Psichiatria dinamica che si è tenuto a Firenze, le dipendenze tecnologiche da internet e smartphone, saranno le malattie mentali destinate ad essere più diffuse dal prossimo decennio a livello mondiale. Seguono i disturbi neurocognitivi, come demenza e amnesia.

Secondo gli esperti in Italia prevalgono disturbi neuropsicologici (49%), tra i quali, quelli legati al sonno e al calo di attenzione, seguiti da depressione (28%) e ansia (23%).

Negli ultimi anni i problemi psicologici sono cresciuti del 10%, oltre a disturbi alimentari e la depressione. Dice la psicologa Vera Slepoj: “Analizzando le patologie del futuro a livello globale emerge che la società attuale è caratterizzata da una forma di industrializzazione postmoderna che va a discapito della qualità della vita, tanto da generare implicazioni patologiche. Dobbiamo interrogarci tutti su come affrontare il futuro e come migliorare”.

Lascia un commento