Ischia, settimana del termalismo: “invasione” di medici di base

Dal 7 al 14 maggio educational, tour e convegni con 50 professionisti: riflettori sui nuovi utilizzi delle cure termali


Ischia capitale del termalismo nazionale. Per puntare con sempre maggiore convinzione a un segmento turistico importante e mettere a frutto tutte le potenzialità di un territorio unico nel suo genere. Con la regia dell’Associazione Termalisti Isola d’Ischia e dell’Asl Napoli 2 Nord, su idea dell’associazione Ischia Terme e Benessere di Forio e con il contributo dei sei Comuni dell’isola, dal 7 al 13 maggio Ischia ospiterà “La settimana del percorso di prevenzione e cura termale”, rivolta a medici di base di Piemonte, Lazio, Puglia e Lombardia.

L’obiettivo dell’evento, che si articolerà attraverso convegni, educational, workshop e visite guidate, è quello di tendere a implementare le presenze di turisti sull’isola,  mostrando da vicino ai professionisti i  benefici delle cure termali, utili in particolare per curare tutte le artropatie reumatiche, alleviando dolori e intervenendo con efficacia sulla limitazione funzionale delle articolazioni. L’isola si offre dunque come una valida alternativa terapeutica al trattamento farmacologico, non sempre privo di spiacevoli effetti collaterali, ricevendo di contro una drastica riduzione della spesa farmaceutica. E un discorso analogo riguarda peraltro l’utilizzo delle acque termali per le cure inalatorie nelle patologie di interesse otorinolaringoiatrico.

“La presenza dei medici di base a Ischia – sottolineano il presidente dei Termalisti, Peppino Di Costanzo e il responsabile UOPC ed Igiene Alimenti di Ischia e Procida, Nello Carraturo – può rafforzare le loro certezze sulla efficacia delle cure termali di Ischia e, rappresentando essi stessi l’interesse terapeutico dei numerosi assistiti a loro carico, potrebbero far derivare un vantaggio all’isola, grazie ad un numero discreto di potenziali curandi fuori regione, con presenze in più per Ischia”.

Nel corso dell’evento  sono previsti “educational” con professori universitari ed esperti del settore termale, che saranno a disposizione degli ospiti e daranno tutte le indicazioni specifiche sulle cure termali effettuate sull’isola.  Si ribadirà inoltre la necessità di inserire, nell’ambito dell’accreditamento regionale, la terapia della riabilitazione in piscina termale delle fasi post-traumatiche e post-operatorie di interesse ortopedico, soprattutto degli sportivi. Due i convegni aperti al pubblico: giovedì 11 maggio all’hotel Terme Continental a partire dalle 15.30 e venerdì 12 maggio al Parco Termale Negombo a partire dalle 16: si parlerà, tra l’altro, di terapia con acque termali nella rinite allergica, di vigilanza dell’Asl locale, di biologia dei fanghi e di intrecci tra fisioterapia e terapia termale. “L’obiettivo, sostenuto con forza dal Comune di Ischia, è quello di calendarizzare eventi del genere – spiega il vice sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino – al fine di dare impulso al giusto marketing del settore termale dell’isola d’Ischia”.

Lascia un commento