Partono i lavori di restauro e recupero dei “Torrini di Castel dell’Ovo”

L’intervento prevede il restauro e la rifunzionalizzazione dei torrini che si trovano sul ponte di collegamento tra l’isolotto di Megaris e la terraferma

Con l’apertura del cantiere si sono avviate le procedure per la rimozione dei pannelli di amianto presenti nel rivestimento interno del torrino di sinistra di Castel dell’Ovo. Il progetto, approvato dalla Giunta comunale per un importo complessivo di 210.000 euro, prevede nel torrino di sinistra la presenza di uno spazio commerciale, mentre in quello di destra un info point e una sede per i custodi.

All’interno di entrambi i torrini sarà realizzato un soppalco autoportante in acciaio con tavolato in legno, al di sotto del quale saranno collocati un bagno per diversamente abili ed un deposito.

Sulle superfici esterne si interverrà con il restauro dei paramenti murari in tufo, gravemente danneggiati, e la pulitura e la parziale integrazione, laddove necessario, della zoccolatura in piperno, con la ritinteggiatura del coronamento. Per quanto riguarda il tufo, si provvederà, nelle parti dove le lacune prodotte dall’erosione risultano molto profonde, all’integrazione con nuovi conci mentre per le restanti parti si provvederà a ripristinare l’aspetto originario mediante l’utilizzo di boiacca e pasta di tufo. Inoltre, saranno sostituiti entrambi i portoncini di ingresso gravemente danneggiati, rifatti i solai, realizzata una nuova pavimentazione, ed infine, installato un impianto antintrusione.

Lascia un commento