Magdi Cristiano Allam presiederà la giuria del Premio Penisola Sorrentina

La kermesse sorrentina, organizzata e diretta da Mario Esposito, annuncia il tema dell’edizione 2017 che sarà “Comunicare l’arte”

Roma – Magdi Cristiano Allam presiederà il comitato scientifico del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”, promosso dall’ente di cultura e promozione sociale “Il Simposio delle Muse” e giunto alla ventiduesima edizione . Il coraggioso giornalista, che da anni conduce una battaglia contro l’Islam radicale, è stato vicedirettore del Corriere della Sera, editorialista de Il Giornale e scrittore di libri di successo. Egiziano di nascita, Magdi Cristiano Allam per cinquantasei anni ha creduto in un “Islam moderato”, fino a quando non è stato condannato a morte sia dai terroristi islamici sia dai “mussulmani moderatI”.

Nel 2008 si è convertito al cattolicesimo (battezzato direttamente da Papa Benedetto XVI) e nel 2013 si è dissociato dalla Chiesa per la sua legittimazione dell’islam. È stato il primo giornalista a subire un procedimento disciplinare per “islamofobia” da parte dell’Ordine nazionale dei Giornalisti e a vincerlo. Parlamentare europeo ha fondato il movimento politico “Io amo l’Italia”.

La kermesse sorrentina, organizzata e diretta da Mario Esposito, annuncia il tema dell’edizione 2017 che sarà “Comunicare l’arte”. E a tal proposito così commenta Magdi Cristiano Allam, cui toccherà il compito di coordinare insieme all’organizzazione la definizione dei premiati e dei contenuti soprattutto nella sezione che il Premio riserva alla comunicazione: “Comunicare l’arte dovrebbe essere la missione dell’Italia. Perché l’Italia è il forziere mondiale dell’arte, depositaria del più cospicuo patrimonio culturale dell’umanità. È la via della rinascita e la chiave del successo del popolo italiano che, più di altri, incarna la capacità creativa incarnandosi nei più illustri geni delle varie manifestazioni dello spirito.

Comunicare l’arte è valorizzare il nostro inestimabile tesoro occultato da un irresponsabile disinteresse. Comunicare l’arte è l’appello del “Premio Penisola Sorrentina” per recuperare la certezza e l’orgoglio di chi siamo e riscattare il primato che la Storia ci ha riconosciuto. Comunicare l’arte è la scelta di vita dell’Italia che si vuole del bene e che, affidando all’arte il ruolo di locomotiva trainante dello Sviluppo, persegue la salvezza degli italiani” ha spiegato Magdi Cristiano Allam. Il Premio si svolgerà ad ottobre prossimo a Piano di Sorrento, nel cuore della costiera sorrentina e ospita una serie di sezioni dedicate al cinema, alla musica, al giornalismo, alla letteratura e al teatro. Anche quest’anno è prevista la partecipazione di celebri personaggi della cultura e dello spettacolo.

Lascia un commento