Torna Futuro Remoto, in piazza del Plebiscito i saperi scientifici

In piazza la quattro giorni della 31^ edizione della prima manifestazione di divulgazione scientifica in Europa

Napoli, 25 maggio – Si è tenuta stamattina, a Piazza del Plebiscito, l’inaugurazione della XXXI Edizione di Futuro Remoto 2017, la manifestazione di divulgazione scientifica di Città della Scienza. L’edizione 2017 in programma dal 25 al 28 maggio, fino a domenica, presenta un calendario fitto di eventi, conferenze, incontri, mostre, dibattiti. Non mancheranno, nei nove padiglioni allestiti  in piazza, le dimostrazioni e gli esperimenti guidati da esperti e ricercatori rivolti ad un pubblico di giovani studenti. Per quattro giorni, dalle 10 alle 22, i ricercatori italiani condivideranno con il pubblico quello che è il loro lavoro quotidiano nei laboratori.

Presenti all’inaugurazione il presidente della Regione Vincenzo De Luca, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, Vincenzo Lipardi, segretario generale di Città della Scienza e i rettori di tutte le sette università campane che partecipano all’evento. Non è mancata la protesta di un gruppo di ricercatori precari del Cnr di Napoli che vivono da anni in attesa di un concorso che possa stabilizzare la loro posizione lavorativa.

“Connessioni” è il filo conduttore della manifestazione di quest’anno. “Connessioni è potenziare il dialogo tra i soggetti che producono e promuovono cultura, è mettere in comune, è fare insieme, è cooperare, è fare rete, è alimentare la creatività, è trovare nuove soluzioni, è innovare, è sostenere la pace, è promuovere quella visione dello sharing che si vuole proporre come prospettiva per uno sviluppo sostenibile. Connessioni è dare risposta all’esigenza di condivisione della conoscenza e di partecipazione democratica ai processi di innovazione in atto nella società”.

Lascia un commento