Il Volo in “Notte magica” all’Arena Flegrea

Il trio dei giovani tenori italiani, definito il fenomeno del pop lirico. Nel Foyer dell’Arena dalle ore 20:00 musica per pianoforte con Luca Amitrano, talento partenopeo, pianista e compositore

Un grande appuntamento sabato 10 giugno, alle 21:00 si entra nel vivo del Noisy Naples Fest, all’Etes Arena Flegrea, con lo spettacolo de Il Volo dal titolo “Notte magica – A Tribute To The Three Tenors” (progetto di Michele Torpedine), che ha registrato ben 15 sold out solo negli Stati Uniti durante la prima parte del tour mondiale.

I tre ragazzi, definiti il fenomeno del pop lirico, Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble portano sul palcoscenico dell’Arena un programma dove le melodie di successo del repertorio napoletano, italiano e internazionale si alterneranno a brani tratti da grandi musical e con le più celebri arie d’opera.

“Notte Magica – A tribute To the Three Tenors”, è l’ultimo album de Il Volo, con la partecipazione straordinaria di Placido Domingo, uscito in tutto il mondo per Sony Music in versione CD e nella deluxe edition 2CD + DVD, continua la sua ascesa delle classifiche in Italia, dove ha già raggiunto il disco di platino e negli USA dove è entrato al 5° posto dei best seller di Amazon con il brano “Nessun Dorma”.

Era il 7 luglio 1990 quando, in uno dei templi più suggestivi dell’Opera, il Teatro delle Terme di Caracalla a Roma, Josè Carreras, Placido Domingo e Luciano Pavarotti cantarono insieme realizzando uno dei più grandi eventi musicali del secolo: “I tre tenori”.  Nasce così il tributo speciale ai tre incomparabili tenori che ha permesso di avvicinare quel mondo musicale anche a un pubblico più giovane, portando poi l’atmosfera di quella notte nei teatri e nelle arene di tutto il mondo.

Ma le sorprese non finiscono, infatti, la serata del 10 giugno all’Etes Arena Flegrea comincia già alle 20:00 nei Foyer dell’Arena con Luca Amitrano, pianista, compositore, fisarmonicista. Un talento partenopeo, diplomato al Conservatorio di San Pietro a Maiella, che porta con sé un’intensissima attività concertistica nazionale ed internazionale accompagnata da prestigiosi premi e riconoscimenti, come il I Premio Maestro G. Maggiore del Teatro di San Carlo ed il Los Angeles Music Award come Instrumental Artist of the Year 2014. Un rapporto profondamente intimo con lo strumento, il desiderio costante di sperimentazione, l’istinto di giocare con la musica e con il pubblico, che rendono le sue esibizioni sempre originali e dense di colore. Si esibirà, con brani da lui composti, come Blu, Flores, Sogno, Sud e Parigi, regalando al pubblico una musica contemporanea che spazia tra i suoi lavori di “Piano e mare”, “Musica Libera” o “Il mondo è di tutti”, attingendo dalla pura composizione seguendo canoni classici, al lavoro cantautorale frutto di intrecci di diverse culture, fino  ai brani classici (Bach-Chopin) o alla musicalità dai ritmi brasiliani (Jobim, Barroso, Mendes) e alla classicità napoletana e inglese (Beatless), ritornando prepotentemente all’oggi, con le sue composizioni originali.

Lascia un commento

quattordici − 5 =