“Io sono – Tu sei. 1975-2017” al PAN Palazzo delle Arti di Napoli

Si inaugura mercoledì 28 giugno 2017 alle ore 18,  oltre 40 anni di attività artistica di Anna Sargenti

La mostra  si presenta al contempo come un viaggio antologico nella vasta produzione dell’artista romana Anna Sargenti ed un ritorno sulla scena contemporanea,  dopo  circa dieci anni di silenzio. Promossa dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, a cura di Maria Savarese,  il percorso espositivo prende il titolo dall’ultimo lavoro della Sargenti, in mostra per la prima volta al PAN. L’installazione inedita è composta da oltre 40 tavole di legno usurate e ferite dal tempo, recuperate nelle campagne irpine, e poi coperte di bianco,  intrecciate  da uno spago con innumerevoli nodi.

Io Sono-Tu sei. 1975-2017 racconta le sperimentazioni di tanti anni di lavoro, l’utilizzo delle più  diverse tecniche realizzate su tela – legno – ferro; le ricerche di colore, dal giallo, al blu, al rosso fino al “colore più difficile”, il bianco; le contaminazioni con la musica, la fotografia, la poesia e il teatro.

Un itinerario volutamente disordinato, che procede per associazioni, spesso linguistiche, cariche di valenza letteraria (da Verlaine a Breton), altre volte sonore come nella sua Chambre de Musique.

L’artista, accompagnata negli anni dalle riflessioni critiche di Filiberto Menna, Angelo  Trimarco e Achille Bonito Oliva, non ha mai smesso di analizzare  lucidamente e di appartenere al quotidiano della città che oggi ospita la sua personale. Nella stazione Metropolitana di Quattro Giornate ed in quella di Salvator Rosa sono installate in maniera permanente da oltre 15 anni, Sabe que la lucha es crudel, trasfigurazione in collage di una poesia di Santos Discepolo e C’est la crapule, presentata a Pechino nel 1995 in occasione della conferenza mondiale dell’ONU sui diritti delle donne.

Lascia un commento