Napoli: la protesta dei lavoratori del comparto cimiteriale arriva a Palazzo San Giacomo

A piazza Municipio, a partire dalle 14:00 del 29 giugno con tanto di bare, carri funebri e attrezzi del mestiere

Sarà una protesta eclatante, e gli organizzatori annunciano di voler scendere in piazza con tanto di bare, carri funebri e attrezzi del mestiere. Sono i lavoratori del comparto cimiteriale aderenti alla Uil FPL che manifestano per denunciare da un lato lo stato dell’arte dei cimiteri napoletani, dall’altro per portare solidarietà ai colleghi seppellitori della Multiservice (società che gestisce in appalto le operazioni di seppellitura nel cimitero di Poggioreale), ormai senza stipendio da 5 mesi.

Lo annunciano Annibale De Bisogno, segretario regionale campano di Uil FPL, e Gennaro Tammaro, rappresentante EFI (Eccellenze Funerarie Italiane) che conferma che anche gli impresari funebri saranno al fianco dei manifestanti: “Le agitazioni che si ripetono nel cimitero di Poggioreale ormai da mesi danneggiano anche noi imprenditori del settore, con un grave danno economico e una beffa per le famiglie dei cari estinti che in un momento di dolore così difficile devono scontrarsi anche con situazioni estenuanti”.

La protesta si svolgerà sotto la sede comunale di Palazzo San Giacomo, a piazza Municipio, a partire dalle 14:00 del 29 giugno. I manifestanti chiedono maggiore attenzione da parte del Comune sulla vertenza sindacale legata alla Multiservice e in generale sullo stato in cui sono costretti a lavorare i dipendenti del comparto cimiteriale a Napoli.

Lascia un commento