Accordo tra De Luca e de Magistris, c’è la firma per impianti di compostaggio, raccolta differenziata e Stadio Collana

Stretta di mano tra il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, e il sindaco di Napoli e sindaco metropolitano, Luigi de Magistris

Napoli, 5 luglio – Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e il sindaco di Napoli e sindaco metropolitano, Luigi de Magistris, nella giornata di ieri si sono incontrati nella sede regionale di Palazzo Santa Lucia e hanno firmato cinque accordi istituzionali. Due di questi accordi de Magistris gli ha firmati in veste di sindaco della Città Metropolitana di Napoli: questi riguardano la realizzazione di impianti di compostaggio all’interno degli Stir di Tufino e Giugliano. Gli accordi istituzionali tra Regione e Comune di Napoli sono invece relativi al programma straordinario per l’incremento della raccolta differenziata e alla costituzione del diritto di superficie sull’area ricompresa nel depuratore di Napoli Est per la realizzazione dell’impianto di compostaggio. Un altro accordo riguarda lo Stadio Collana e il suo assoggettamento ad uso pubblico tramite una convenzione tra la Regione e il Comune.

“Io e il sindaco di Napoli abbiamo firmato cinque accordi istituzionali e di programma. Si tratta di una intesa per l’incremento della raccolta differenziata e per la costituzione del diritto di superficie sull’area ricompresa nel depuratore di Napoli Est per la realizzazione dell’impianto di compostaggio. Un ulteriore accordo riguarda invece lo Stadio Collana per il suo assoggettamento ad uso pubblico attraverso una convenzione tra l’Ente di Santa Lucia e il Comune di Napoli. Infine due protocolli riguardanti la realizzazione di impianti di compostaggio all’interno degli STIR di Tufino e Giugliano”, ha spiegato De Luca in un post su Facebook.

“Ieri la firma di cinque accordi, con il presidente della Regione, rappresenta una svolta nei rapporti istituzionali tra il Comune di Napoli, la Città Metropolitana e la Regione Campania”, ha dichiarato de Magistris. “Sono accordi veri, non di circostanza. 100 milioni di euro destinati a settori strategici, quali ambiente, rifiuti, lavoro, sport e riqualificazione del territorio”, ha aggiunto.

“Sono molto soddisfatto perché – ha sottolineato – è un lavoro fortemente voluto dalle persone più vicine a noi e al presidente della Regione, quindi un buon auspicio per un netto miglioramento del livello istituzionale di cooperazione, fermo restando le differenze politiche. Questo – ha proseguito de Magistris – è un altro aspetto di grande democrazia di questa città, dove ci sono autonomie politiche forti e un sempre crescente livello di cooperazione istituzionale, così come in Città Metropolitana, dove non ci sono maggioranze perché la legge non lo consente. Io ho chiamato tutte le forze politiche – ha spiegato il primo cittadino – alla cooperazione istituzionale, anche se ci sono diversità enormi con il Partito Democratico, con Forza Italia e altri che fanno parte della Città Metropolitana. Eppure il dialogo e la cooperazione sta portando a un clima istituzionale di cui ne beneficiano i cittadini”.

“Nel momento in cui Enti locali vengono lasciati soli dal punto di vista economico e finanziario – ha detto ancora de Magistris –, uniti nella diversità noi possiamo dare una risposta forte. È molto bella questa immagine, di una città autonoma e di una città governata da un sindaco e un’esperienza lontana da ogni forma di sistema politico, eppure non c’è nessuna forma di prosopopea, di presunzione di superiorità, oppure di presunzione nei confronti delle altre forze istituzionali e politiche, con le quali noi vogliamo dialogare. Ieri – ha concluso il sindaco – si è registrato un passo in avanti importante e stamattina su altri tavoli stiamo lavorando su Bagnoli, augurandoci che per il mese di luglio possiamo dare altre ottime notizie alla nostra città e alle nostre comunità”.

FOTO: tratta da facebook.com

 

Lascia un commento

12 − sei =