Olimpiadi 2028, Renzi fa sua l’idea di de Magistris e scrive nel suo libro: “Per Napoli sarebbe la svolta”

Il segretario Pd, nel suo libro di prossima uscita, dal titolo Avanti, scrive tra le altre cose della possibilità per Napoli di ospitare le Olimpiadi 2028

“Dopo la figuraccia mondiale che ci ha fatto fare l’amministrazione 5 Stelle con le Olimpiadi 2024, per Roma sarà quasi impossibile riprendere in considerazione la candidatura, per la quale il Coni aveva preparato un dossier perfetto. A questo punto, la città italiana che può davvero giocarsi la carta della candidatura alle Olimpiadi è proprio Napoli. E per Napoli sarebbe la svolta, come lo fu per Barcellona nel 1992: percorso peraltro simile, considerando che la Barcellona degli anni ottanta non era come la Barcellona di oggi, e che proprio le Olimpiadi sono state il fattore di svolta”. Lo scrive il segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, nel suo libro di prossima uscita, dal titolo Avanti. Si tratta di anticipazioni che sono state pubblicate dal quotidiano Il Mattino.

Così Renzi fa sua l’idea che il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, lanciò circa 9 mesi fa. Un’idea che all’epoca non fu accolta con entusiasmo né da Renzi né dal suo governo. Dopo il “no” della sindaca di Roma Virginia Raggi, alle Olimpiadi 2024, de Magistris affermò: “Roma ha espresso la sua opinione, in maniera legittima. Mi piace questa idea, che nel luogo dove le Olimpiadi sono nate, nella Magna Grecia, nella Capitale del Mezzogiorno d’Italia, insieme ad altre città del Sud, possa da qui al 2028 costruire tutti insieme il Mediterraneo dell’intercultura, della pace, della fratellanza, della solidarietà, e quindi dello sport”. Il sindaco aggiunse: “Abbiamo dimostrato di saper essere capaci di organizzare qualsiasi evento, di farlo con le mani pulite e di sapere organizzare qualsiasi evento. Visto che ci saranno anche le Universiadi (nel 2019 la Campania ospiterà le Olimpiadi universitarie, ndr), questa è un’occasione per rafforzare le infrastrutture, le strutture sportive e dare fiato agli atleti e ai giovani. Il Sud c’è e noi presenteremo la candidatura alla Presidenza del Consiglio e al Coni”.

Le critiche rivolte a de Magistris per l’idea di ospitare le Olimpiadi del 2028, vengono ricordate in queste ore anche dai Verdi. “L’anticipazione del libro del segretario nazionale del Partito Democratico dovrebbe far riflettere tante persone, che occupano ruoli istituzionali di rilievo, che sbeffeggiarono il sindaco Luigi de Magistris quando propose la candidatura di Napoli, insieme agli altri capoluoghi del Sud, per ospitare l’edizione 2024 delle Olimpiadi al posto di Roma (in realtà de Magistris si è sempre riferito solo a quelle del 2028, ndr). Sappiamo tutti come è andata a finire”, dichiarano Francesco Bonelli, consigliere dei Verdi alla Regione Campania, Stefano Buono e Marco Gaudini, consiglieri dei Verdi al Comune di Napoli.

I rappresentanti del Sole che Ride ritengono fondamentale, affinché Napoli possa ospitare le Olimpiadi nel 2028, una migliore collaborazione tra Comune di Napoli e Regione Campania. “L’idea di Matteo Renzi di candidare Napoli per l’edizione 2028 delle Olimpiadi è assolutamente realistica a patto che si rafforzi ulteriormente la collaborazione istituzionale tra Regione Campania e Comune di Napoli che – affermano i Verdi –, finalmente, sembra decollare come testimoniano i cinque accordi di programma siglati da Vincenzo De Luca e Luigi de Magistris. Solo mettendo insieme le forze sarà possibile cerare le condizioni politiche e amministrative per condurre in porto un progetto che rivoluzionerebbe in positivo la città”.

“Il lavoro che Regione e Comune stanno producendo per ospitare la prossima edizione delle Universiadi del 2019 costituirà, inoltre, un’ottima base di partenza per costruire una candidatura vincente insieme al Comitato Olimpico – sottolineano i Verdi –, partendo proprio dal rinnovamento di impianti sportivi di assoluto valore, primo fra tutti lo Stadio Collana”.

Lascia un commento

19 + 10 =