Sant’Arpino “ombelico del mondo”. Del Prete (PD) e l’assessore PD (in giunta di centrodestra) della discordia.

Sant'Arpino, un Comune della Provincia di Caserta di poco più di 14mila abitanti. Le sue radici affondano nella storia dell'antica città di Atella, da cui Sant'Arpino discende. Atella rimane famosa nel mondo letterario per essere stata la culla del teatro italiano, è qua difatti che hanno luogo per la prima volta brevi ed improvvisate azioni sceniche di natura comico - satirica, dette Fabulae Atellane. In esse apparivano dei personaggi fissi che recitavano con delle maschere sul viso, rappresentando Pappus (vecchio scemo), Buccus (chiacchierone), Dossenus (gobbo astuto), Maccus (ghiottone), proprio quest'ultimo potrebbe essere il progenitore Pulcinellla. Ma non di Teatro vi vogliamo parlare, bensì di politica locale, e lo facciamo con Elpidio Del Prete, 54 anni, Coordinatore  del Circolo territoriale del Pd di Sant’Arpino dal

Dalla Topolino alla “nuova” 5oo, dalla 500 scoiattolo all’Abarth: meeting Fiat 500 Città di Camposano.

Domenica 22 luglio l’appuntamento del Fiat 500 club Italia coordinamento Nola-Marigliano e Proloco Camposano con gli appassionati possessori de "la piccola grande auto" più amata dagli italiani si è ripetuto per il terzo anno consecutivo in un evento nuovamente ben riuscito. Centodieci esemplari, dalla Topolino alla “nuova” 5oo, dalla 500 scoiattolo all’Abarth tributo alla Ferrari, sono arrivati da ogni provincia della Campania, uno alla volta, ordinati, ed hanno riempito in poche ore il grande parcheggio del Tiffany club. Una tavolozza di colori, gli originali rosso,avorio, bianco,celeste, giallo, blu, azzurro,nero, grigio e testa di moro accanto ai nuovi, opachi o metallizzati, richiama alla memoria le scorribande con gli amici in gioventù, le famiglie numerose stipate nel piccolo abitacolo, le passeggiate romantiche. I modelli cabrio,

Pillole di calcio. Tutte le idee del presidente.

CRISI. "Prima i club erano associazioni sportive e non si preoccupavano dei bilanci, poi, dal 1996, tutti hanno dovuto far quadrare i bilanci. Io sono entrato otto anni dopo e ce l'avevo ben radicato questo concetto. Per me è stato un vantaggio perchè ho seminato sin dall'inizio la mia mentalità imprenditoriale" (Aurelio De Laurentiis). AVVERSARI. "Personalmente non credo che avversari come Inter e Milan si stiano indebolendo perchè hanno comunque fatturati superiori ai 200 milioni e con quelle cifre si può fare tantissimo. Stanno solo tagliando i rami secchi eliminando le spese superflue e, per la prima volta, si stanno trasformando da club associativi a società per azioni" (ibidem). RUMENIGGE. "I miei rapporti con Rumenigge sono ottimi e lui ha in mano l'Eca cioè l'organo con cui ci si appresta a