Settembre al borgo 2012. Dal 1 al 7 settembre 2012 spettacoli,arte e cultura nel borgo medievale di Caserta Vecchia

Prenderà il via il 1 settembre, e si protrarrà fino a 7 dello stesso mese, la rassegna “Settembre al borgo”, che da ben 42 edizioni  accompagna gli ultimi giorni d’estate all’insegna di arte, cultura e spettacolo nella suggestiva cornice medioevale di Caserta Vecchia. Motivo d’orgoglio per i casertani e non, l’evento risulta avere una particolare importanza strategica a livello nazionale ed internazionale per la valorizzazione e la diffusione di un’immagine culturale e turistica della Campania. Quello proposto per questa edizione dal direttore artistico della storica kermesse, Casimiro Lieto, è un programma molto ricco che prevede ben 60 appuntamenti in 7 giorni di spettacoli. Fulcro della manifestazione saranno sicuramente i concerti di alcuni grandi interpreti della musica italiana: – 1 settembre Alex Britti e Stefano Di

Scafati, La FdS interviene sulla questione parcheggi al Centro Commerciale Plaza.

Già da diversi anni, la ditta milanese AIPA S.p.a., gestisce i parcheggi sul territorio di Scafati e provincia, imponendo quindi proprie tariffe e modalità di pagamento. Nonostante i vari interventi e l'impegno dell'amministrazione al fine di trovare accordi per tariffe meno alte, la situazione sembra degenerare. Le strisce blu, col passare del tempo, hanno a poco a poco invaso tutto il territorio Scafatese. Dalle strade del Corso Nazionale a via Martiri d'Ungheria sono infatti diverse le zone di sosta soggette a tariffa obbligatoria (di un euro all'ora) dalle 8.00 alle 20.00. Questa volta, tocca allo spazio antistante il "Centro Commerciale Plaza" dove, da circa venti giorni, è stato istallato il parchimetro ed è entrata in vigore la regola del "grattino".  Sulla questione

Napoli dà lo sfratto alla cultura. Il centro per gli Studi Filosofici in cerca di finanziamenti per non scomparire.

“Mi sento abbandonato dalla città di Napoli” confessa l’avvocato Marotta quasi in lacrime. Lui, filosofo ultraottantenne che autonomamente ha messo in piedi la sede del sapere filosofico, all'improvviso la vede crollare per mancanza di fondi dal Governo per il fitto dei locali. Ormai sta diventando un caso internazionale, una questione che preoccupa gli stessi studiosi e premi Nobel che hanno usufruito del Patrimonio napoletano. “Noi del Comune di Napoli siamo disposti a cedere uno spazio all’interno dell’albergo dei poveri per raccogliere tutti i volumi.” Dice il Sindaco De Magistris. Raffaele Lettieri invece, mette a disposizione il Palazzo Baronale di Piazza Castello ad Acerra, della quale è sindaco. La città di Matera è pronta ad offrire uno dei suoi immobili per questo