CGIL-CISL-UIL. Dichiarazione congiunta circa l’eventualità di relegare tutte le attività attinenti la prostituzione in un quartiere “dedicato”.

COMUNICATO STAMPA Si esprimono R. Cenerelli e T. Potenza (CGIL Napoli), C. Costagliola (CISL Napoli) e A. Letizia (Coordinamento Donne Cisl Napoli), L. del Fico (UIL Napoli) e Isabella Bonfiglio (Coordinamento Donne UIL Napoli): Napoli ha bisogno di ritrovare la sua dignità e la sua bellezza: va liberata dalla inciviltà e dal

World Urban Forum. Napoli ombelico del mondo: il futuro delle città alla Mostra D’Oltremare, dal 2 al 6 settembre 2012.

Napoli si sta preparando ad ospitare il World Urban Forum, manifestazione biennale dedicata al futuro delle città: vivibilità, impatto ambientale, controllo dei centri urbani, organizzata da UN-Habitat, agenzia dell'Onu, realizzata in collaborazione con il Governo italiano, la Regione Campania e il Comune di Napoli. In programma dal 2 al 6 settembre

Quartiere a luci rosse: trovata pubblicitaria o lotta alla criminalità organizzata?

Napoli, 29 Agosto 2012 - E' da qualche giorno che non si parla d'altro che della proposta avanzata dal Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, per quel che concerne un quartiere a luci rosse regolamentato, che possa frenare lo sfruttamento della prostituzione. Aspre le critiche che sono state rivolte al Sindaco;

Nascono le “Librerie da spiaggia”. Immergersi nella lettura non è mai stato così semplice e divertente.

Ci sembra il caso di riprendere una notizia che abbiamo gia dato qualche settimana fa, per la particolarità dell'iniziativa culturale. Nel Cilento sono nate le "librerie da spiaggia", l'idea lanciata da Legambiente è assolutamente perfetta: promuovere la cultura facendone dono, in un modo semplice, ma altamente innovativo. Lo scopo dell'iniziativa è

Napoli e le realtà discriminate nei racconti di Monica Florio

Prima della diversità non si parlava quasi, ma, si sa, l’argomento era tabù. Oggi la situazione si è ribaltata. Se ne parla molto, forse troppo. E dico “troppo” perché spesso i discorsi che si fanno hanno una motivazione strumentale. Nel senso che di diversità si parla per apparire alternativi, anticonformisti, politicamente