Omaggio a Eduardo De Filippo: “AnimAzione Eduardiana”

Il progetto  prevede un laboratorio di lettura animata delle opere eduardiane Il giorno 5 dicembre, alle ore 15,00, nell’Aula Magna dell’ I.C. 53 Gigante Neghelli, sarà presentato il progetto “AnimAzione Eduardiana” che sarà attuato grazie al contributo della Regione Campania Settore Musei e Biblioteche. Saranno presenti: il Dirigente Scolastico, Mariarosaria Scalella; l’Assessore Regionale, Caterina Miraglia; Il Consigliere Regionale, Antonio Amato; il Dirigente dell’ UOD Promozione e valorizzazione di Musei e Biblioteche, Anita Florio; il Presidente X Municipalità; il regista, Francesco Saponaro; gli attori Ivana Maione e Antonio Marfella; la referente del progetto, Anna D’Angelo. Programma dell’incontro: Saluto del Dirigente Scolastico. Breve illustrazione del percorso progettuale. Visione di alcune sequenze del documentario “EDUARDO, LA VITA CHE CONTINUA” di Francesco Saponaro, prodotto da Rai Cinema e Digital Studio in collaborazione con Teatri Uniti, scritto con Antonella Ottai e Paola Quarenghi. Il

Bagnoli, Carpentieri (Pd) : “Ancora una volta l’amministrazione comunale favorisce l’isolamento della città'”

Futuro di Bagnoli a rischio, la UE potrebbe richiedere la restituzione dei fondi comunitari spesi in passato per la riqualificazione mancata "Registriamo, per l'ennesima volta, come l'amministrazione comunale partenopea, assumendo posizioni di chiusura, tenda a favorire l'isolamento della città nel panorama politico nazionale, pregiudicandone le sorti. - così commenta Venanzio Carpentieri, segretario del Partito Democratico Metropolitano di Napoli, il ritiro della firma che lo stesso sindaco di Napoli Luigi De Magistris aveva posto il 14 agosto scorso a Città della Scienza a suggello dell'accordo tra Comune e Governo, per la ricostruzione del polo museale di Coroglio e la riqualificazione dell'area. "Proprio adesso, infatti, che Napoli è chiamata a rispondere sul futuro di Bagnoli per scongiurare il rischio di una restituzione dei fondi comunitari spesi

Napoli-Empoli, domenica i partenopei vogliono tornare a correre

Il Napoli il 7 dicembre alle ore 12:30 incontra l'Empoli. Gara da non sottovalutare per Benitez e i suoi Il Napoli aspetta l'Empoli, neopromosso nella massima serie, dopo qualche anno di assenza. Sulla carta gara facile ma da prendere comunque con le “pinze", dal momento che l'Empoli sta disputando un campionato niente male e sta dimostrando di essere attrezzato per la salvezza. Per i partenopei c'è l'occasione di tornare a fare bene. Dopo le vittorie contro Roma e Fiorentina, infatti, la squadra di mister Benitez è tornata a prestazioni non esaltanti. Prestazioni che sembrano dovute più ad un atteggiamento caratteriale che a cali fisici della squadra o di singoli giocatori. E questo dovrebbe far riflettere società e tecnico. Il Napoli domenica mattina, dovrà fare a meno

Telecom Italia tratta con i sindacati per mantenere in attività il call center di Avellino

La proposta di accordo verrà sottoposta a referendum tra i lavoratori, si eviterà il trasferimento di 22 dipendenti Napoli, 3 dicembre - C’è anche Avellino, per quanto riguarda la Campania, nell’elenco delle sedi dei call center da mantenere in attività all’interno del testo di accordo che Telecom Italia ha proposto alle Organizzazioni Sindacali a conclusione della trattativa per rivitalizzare il settore Caring del Gruppo. La proposta di accordo sottoposta ai sindacati, che  ha l’obiettivo di superare il progetto di societarizzazione della Divisione Caring previsto dall’accordo firmato dalle Organizzazioni Sindacali nel 2013, prevede infatti di mantenere in attività 39 delle 52 sedi territoriali per le quali era stata già decisa, sempre all’interno dello stesso accordo, la chiusura con trasferimento del personale verso sedi limitrofe.

Pet theraphy, un nuovo scenario della sanità pubblica veterinaria

Convegno della Federico II di Napoli sabato 6 dicembre Fino a oggi la Pet Therapy in ambito accademico non afferisce a nessuna area disciplinare, riconoscerla tra le competenze della sanità pubblica veterinaria è il tema centrale dell’appuntamento organizzato dal Dipartimento di Medicina Veterinaria e produzioni animali (diretto dal Prof. Zicarelli) dell’Università Federico II “Un nuovo scenario della sanità pubblica veterinaria: la pet therapy” in programma sabato 6 dicembre, a partire dalle ore 8.30 nell’Aula Magna dell’Orto Botanico di Napoli (Via Foria 223). La definizione di Sanità Pubblica Veterinaria secondo OMS (Ginevra 1974) è la seguente: “La SPV è quella parte dell’attività di Sanità Pubblica che ha come scopo l’applicazione delle capacità, conoscenze e risorse professionali della veterinaria ai fini della protezione e del miglioramento della

Il Comune di S. Giorgio a Cremano sfratta la cooperativa sociale Litografi Vesuviani

Manifestazione di dissenso il 5 dicembre e la cooperativa chiede aiuto a tutta la cooperazione sociale Grida no allo sfratto, intimatole dal comune di S. Giorgio a Cremano, la cooperativa sociale di inserimento lavorativo “Litografi Vesuviani” (aderente a Federsolidarietà- Confcooperative) che inserisce nel mondo del lavoro le persone affette da un disagio psichico. “Il Comune di S. Giorgio a Cremano ha deciso che dobbiamo andare via dalla struttura di via Sandriana, dopo 15 anni di attività. Abbiamo seguito 230 persone malate di mente, formandole al lavoro e in alcuni casi inserendole nell’organico della cooperativa. L’amministrazione è convinta di risparmiare, ma si sbaglia. Il vero risparmio per i cittadini e l’amministrazione lo genera la nostra impresa. Cosa ne sarà dei ragazzi, dei posti

Rifiuti, Corte Europea dice no ai finanziamenti per la Campania. Caldoro: “difendo il Sud con ogni mezzo”

La Campania non riceverà finanziamenti per lo smaltimento dei rifiuti, a deciderlo è la Corte di Giustizia europea Napoli, 3 dicembre - La Corte di Giustizia Europea boccia il ricorso dell'Italia e conferma il rifiuto di versare contributi per lo smaltimento dei rifiuti della regione Campania. Stefano Caldoro, governatore della Campania, afferma di voler utilizzare qualsiasi mezzo per poter sostenere i ricorsi che la regione sta preparando per ottenere fondi strutturali. Nel 2007 l'esecutivo europeo aveva avviato una procedura di infrazione per non aver garantito un corretto smaltimento dei rifiuti e aver di conseguenza messo a rischio la salute dei cittadini. La sentenza della Corte di Giustizia è indirizzata al ricorso presentato dall'Italia contro la decisione presa dal tribunale di bloccare i fondi per