Sciopero generale, in 50 mila in piazza a Napoli

Scontri e cariche delle forze dell’ordine in tutta Italia: a Roma, Milano e Torino gli episodi più gravi 12 dicembre – In occasione dello sciopero generale proclamato da Cgil e Uil, in 50 mila a Napoli sono scesi in piazza questa mattina per aderire alla manifestazione. Il corteo ha preso il via da Piazza Mancini, dirigendosi poi verso Piazza Matteotti dove si è tenuto il comizio chiuso da Gianna Fracassi della segreteria nazionale della Cgil. Quest’ultima ha ricordato al governo che "senza lavoro senza diritti non c’è uguaglianza in questo Paese. Il messaggio di questa giornata è chiaro: così non va. Bisogna cambiare le politiche messe in campo fino a oggi e queste piazze stanno parlando al Paese rinunciano a un giorno di

Campo Rom Scampia, giù baracche abusive

Pisani, campo Nomadi va sgomberato (ANSA) - NAPOLI, 12 DIC - Nel campo nomadi di Scampia, dove vivono tra degrado e promiscuità circa 2 mila rom e nomadi di altre etnie, è cominciata la demolizione delle baracche abusive in muratura, circa 300. Le ruspe sono protette da carabinieri e Polizia Municipale. Le baracche, da cui si sprigionano roghi tossici, sono sparse su un' area di circa 10 km, tra Scampia e Melito. "Chiediamo lo sgombero del campo", ha detto il presidente dell' Ottava Municipalità Angelo Pisani, che si è battuto per le demolizioni. FOTO: tratta da ANSA.it

Terra dei fuochi: non tutto è perduto, a Caivano terreni sequestrati ma non contaminati

La vittoria dell'imprenditore agricolo di Caivano, Vincenzo Capasso. La Cassazione, annulla la conferma del sequestro dei terreni e invita i giudici ad occuparsi del caso Gli avevano sequestrato il terreno nel 2013. Non ci poteva credere Vincenzo Capasso, imprenditore agricolo di Caivano. La sua proprietà, pur trovandosi in piena terra dei fuochi, giurava fosse sana. L'imprenditore, per questo, si era subito rivolto al Tribunale del Riesame, per far valere le proprie ragioni. Quest'ultimo, si era espresso informando di non poter entrare nel merito della vicenda. Una beffa per il signor Capasso che tuttavia non si è arreso e ha interpellato, con l'aiuto di un agronomo, la Cassazione. Pochi giorni fa la sentenza, secondo la quale, i prodotti di quel terreno sono

Diritti alla Meta: confronto con associazioni, stampa e cittadinanza sul ddl per le unioni civili

Convegno Diritti alla Meta 2, una nuova occasione di confronto sullo stato di avanzamento dei lavori sul ddl relativo alle unioni civili Il Comitato Arcigay Antinoo di Napoli, dopo l’esperienza costruttiva del dibattito tra associazioni e politica nazionale avvenuto lo scorso 18 ottobre, dà appuntamento per lunedì 15 dicembre 2014 alle ore 17.00 a Napoli presso la sala E. Festa della UIL Campania in p.le Immacolatella Nuova (all’interno dell’area portuale, ingresso varco Pisacane). L’evento chiude tutte le iniziative svolte per la ricorrenza del trentennale dell’Arcigay Antinoo di Napoli, iniziative aperte lo scorso 18 ottobre con il confronto Diritti alla Meta tra gli esponenti dei partiti politici e successivamente proseguiti con i festeggiamenti in sede alla presenza del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris

Il duomo di Pozzuoli. Alla riscoperta del Rione Terra

Cattedrale di Pozzuoli, Rione Terra. Sabato 13 dicembre 2014, ore 10,30 Il 13 dicembre alle ore 10,30 presso la cattedrale di Pozzuoli sarà presentato il volume Il duomo di Pozzuoli. Riscoperta del Rione Terra curato da Giovanni Barrella ed  edito da Iniziative editoriali Quarto(Na), realizzato dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici, Paesaggistici, Storico-Artistici ed Etnoantropologici di Napoli e provincia e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli e provincia in occasione dall’apertura al pubblico del duomo di Pozzuoli. Interverranno il sindaco di Pozzuoli,  Vincenzo Figliolia, il Soprintendente BAPSAE di Napoli e Provincia,Giorgio Cozzolino, il Soprintendente per i Beni Archeologici di Napoli e Provincia, Maria Elena Cinquantaquattro,  il Responsabile dei Beni Artistici e Storici dei comuni flegrei, Giovanni Barrella e il Responsabile dei

“Notte d’Arte” alla scoperta della Napoli antica

“27 secoli di cultura che non dorme”, una “vetrina notturna” dei nostri tesori d’arte Sulla scia del grande successo delle passate edizioni, torna a Napoli, “Notte d’Arte”, organizzata dalla II Municipalità con il patrocinio del Comune di Napoli, Assessorato alla Cultura e al Turismo. L'evento si ripropone nella sua III Edizione, nel fascino della notte di sabato prossimo, 13 dicembre, come occasione per visitare ed ammirare la ricchezza e la “bellezza” delle testimonianze storico-artistiche della Napoli antica - dall’asse “via Pessina-via Toledo-p.zza Dante ai Quartieri spagnoli, dal complesso di S.Chiara, Port’Alba, p.zza del Carmine, Borgo Orefici, Porta Nolana. Monumenti, chiese, chiostri, saranno visitabili e aperti tutta la notte con eventi e manifestazioni nelle strade, nelle piazze, nei vicoli; mostre, percorsi guidati,

Confcooperative Campania e Federsolidarietà Campania replicano al Corriere del Mezzogiorno: “La cooperazione sociale sana esiste”

COMUNICATO STAMPA “In Campania la cooperazione sociale vera esiste, lavora e rispetta il lavoro dei suoi soci, lottando ogni giorno contro indifferenza, risorse sempre minori, politiche sociali deboli, assenza di visione e di strategie oltre che di insostenibili ritardi nei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione. Resistono alla crisi e al continuo attacco dei media e di presunti predicatori perché mettono al centro la persona e la comunità, non l’interesse economico e/o clientelare. Non permetteremo a nessuno di gettare fango sulla fatica dei nostri cooperatori, sul loro lavoro quotidiano, sulla passione con cui si prendono cura dei più fragili”  - dichiara Patrizia Stasi, Presidente di Confcooperative Campania in risposta all’articolo pubblicato sul Corriere del Mezzogiorno sulla corruzione e le cattive pratiche della

Europa League, il Napoli liquida con un 3 a 0 lo Slovan Bratislava ed è primo nel girone

Il Napoli batte uno Slovan Bratislava modesto in uno stadio San Paolo semideserto, ad assistere alla partita solo 5000 tifosi NAPOLI (4-2-1-3): 45 Andujar; 11 Maggio, 26 Koulibaly, 5 Britos 31 Ghoulam; 88 Inler, 77 Gargano; 17 Hamsik; 7 Callejon (16 Mesto, dal 29° s.t.), 91 Duvan (9 Higuain, dal 33° s.t.), 14 Mertens (6 De Guzman, dal 17° s.t.). SLOVAN BRATISLAVA (4-2-3-1): 1 Pernis; 4 Cikos, 26 Hudak, 16 Gorosito, 14 Jablonsky; 21 Kolcak, 17 Stefanik; 10 Zofcak (27 Duris, dal 17° s.t.), 11 Milinkovic (9 Halenar, dal 27° s.t.), 7 Kubik (23 Gasparovic, dal 42° s.t.); 77 Peltier. Benitez lo aveva detto ieri: “Voglio vincere e arrivare primo nel girone”. Detto e fatto. Il Napoli è primo nel girone I e si presenterà, ai sorteggi per