Il nuovo Prefetto di Napoli è Maria Gerarda Pantalone

La decisione è stata presa dal Consiglio dei Ministri. La Pantalone è il primo Prefetto donna di Napoli ed è il successore di Musolino Per la prima volta, Napoli ha un Prefetto donna. Maria Gerarda Pantalone per decisione del Consiglio dei Ministri del 24 dicembre 2014, passa dalla Prefettura di Salerno a quella di Napoli e va a sostituire Francesco Musolino. Nata a Grazzanise, in provincia di Caserta, il 22 luglio 1955, la Pantalone si è laureata nel 1977 in Giurisprudenza all'Università Federico II di Napoli. Nel 1979 vince un concorso pubblico e assume servizio al Ministero dell'Interno. Nel tempo assume incarichi di sempre maggior responsabilità, fino a quando non viene nominata Prefetto, prima a Siena nel 2009 e poi a Salerno

Sotto l’albero di Natale degli italiani in aumento i regali tecnologici e gli smartphones

Sono 21 milioni e 994 mila le persone che ancora non navigano su internet, il 38,3% popolazione residente Natale è arrivato, con tutte le sue tradizioni sono arrivati anche i regali. La spesa media per persona per i regali di Natale si attesta a 171 euro, valore pressoché simile a quello dell'anno scorso, ma il 40,7% in meno rispetto a quello del 2009 (289€), un calo non da poco effetto della ben nota crisi. Cosa hanno regalato gli Italiani? Secondo un'indagine Confcommercio-Format, i generi alimentari (73,3%) e i giocattoli (51,6%) regnano nella lista dei regali. Un dato importante è riportato anche dall'aumento di regali tecnologici. Tra tutti gli smartphone (15%) seguiti da Cd e Dvd (11,6%) e i videogames in leggero aumento (9,2%);

Facebook: arriva il clic-antibufale, ma il web si divide

L’obiettivo è quello di migliorare la qualità dei contenuti e la soddisfazione degli utenti 25 dicembre – Novità all’orizzonte in casa Facebook. Questa volta l’obiettivo è quello di scongiurare il più possibile la “disinformazione digitale di massa”, mediante il cosiddetto “clic-antibufale”. Tra le opzioni per la segnalazione di un post, circola da qualche giorno una nuova voce che consente di nascondere le notizie false che deliberatamente circolano ogni giorno sulle bacheche degli utenti. Un portavoce di Facebook Italia ha dichiarato che al momento si tratta di una novità in fase di sperimentazione ma che si è resa necessaria: “Segnalare storie che non si desidera vedere aiuta il News Feed a fare un lavoro migliore per mostrare contenuti più rilevanti in futuro”. L’obiettivo principale è

La Solidarietà, il miracolo del Natale. A Napoli numerose iniziative per aiutare il prossimo in difficoltà

Al centro storico di Napoli quattro le chiese che ospiteranno più di mille poveri Napoli, 24 dicembre - A Natale nella città di Napoli le iniziative di solidarietà sono oltre 50. Il pranzo di Natale con i poveri è una tradizione nella Comunità di Sant' Egidio. Quest' anno il 25 dicembre il centro storico di Napoli sarà ricco di iniziative, quattro saranno le chiese che ospiteranno più di mille poveri. Nella chiesa di Ss. Severino e Sossio saranno presenti vari cardinali promotori dell'evento, tra cui il cardinale Crescenzio Sepe. Ad Aversa, nel Duomo il vescovo Angelo Spinillo ha organizzato un pranzo con oltre duecento poveri. Le iniziative non termineranno con il Natale, ma anche dopo le festività vi saranno pranzi e feste negli

Natale è “il giorno della nascita”. La cartolina di auguri di NapoliTime

Gli auguri di Natale dalla Redazione di NapoliTime Un’atmosfera particolare, “effervescente”, caratterizza questi giorni di festa, di Natale, tra mille suoni, colori, luci e luccichii, in tutto il mondo. La “festa più importante dell’anno” vede i cittadini del mondo festeggiare questo momento; una ricorrenza che, pur nelle differenze delle tradizioni e delle credenze, porta tutti i popoli del mondo a ritrovarsi a festeggiare. Il Natale come incontro, come momento per ritrovarsi da luoghi diversi; un momento di gioia e di allegria  che accomuna tutti i popoli. È il momento delle “buone intenzioni” e dei buoni propositi, per ripromettersi una “rinascita” interiore. E proprio in questo momento di crisi che va ritrovato il vero senso del Natale, “giorno della nascita”, per ritornare a leggere il