Arrestate due persone per il ferimento di Noemi

E' Armando Del Re l'uomo accusato di aver sparato alla piccola in piazza Nazionale a Napoli Napoli, 10 maggio - Due persone sono state arrestate per l'agguato di venerdì scorso a Napoli nel quale sono stati feriti la piccola Noemi ed un uomo, Salvatore Nurcaro, vero obiettivo del killer in Piazza Nazionale. Insieme ad Armando Del Re, l'uomo accusato di aver sparato, è stato bloccato un altro uomo, il fratello Antonio, che avrebbe fatto da complice. Armando Del Re sarebbe stato bloccato sulla Siena-Bettolle. All'operazione avrebbero partecipato agenti della polizia, finanzieri e carabinieri di Napoli. Il fratello invece è stato fermato nell'hinterland napoletano, nei pressi di Nola: ha dato supporto logistico ad Armando. A entrambi viene contestata la premeditazione.

Noemi respira spontaneamente, migliorano le condizioni della bimba colpita da un proiettile ai polmoni

La prognosi permane riservata, in attesa del prossimo bollettino medico Napoli, 10 maggio - Da questa mattinata la piccola Noemi "è stata portata ad uno stato di sedazione non profonda e attualmente evidenzia una valida respirazione spontanea, supportata da ossigeno ad alti flussi, senza necessità di ventilazione meccanica". Sono incoraggianti le notizie dal bollettino medico del Santobono Pausilipon sulle condizioni di Noemi. "Nella giornata di ieri la bambina è stata sottoposta a broncoscopia sia a destra che a sinistra, così da permettere di liberare i bronchi da muchi e coaguli. La prognosi permane riservata. Il prossimo bollettino sarà diramato tra 24 ore.