Torna il #pedaloper, pedalata collettiva per l’ VIII edizione del Napoli Bike Festival

Da piazza Municipio a Bagnoli una festa della bicicletta Domenica 2 Giugno alle ore 8,30, da Piazza Municipio, un gran corteo festoso e colorato di bici, si muoverà per attraversare la città e raggiungere il Napoli Bike Festival – Bike Village nell’area ex Base Nato Bagnoli. Con il #pedaloper si apre La festa della Repubblica delle Bici. Sarà una woodstock della bici per cui celebriamo musica&bici. La pedalata si apre con la musica dei Barabba che suoneranno live. Ore 8,30 concentramento del #pedaloper La pedalata collettiva del Napoli Bike Festival partenza Piazza Municipio. 10.30 Passeggiata “alla scoperta della natura della collina di San Laise” a cura di Legambiente. 14.00 e 19.00 Pedalata alla scoperta dell’area EX NATO a cura di Bike Tour Napoli. 12.30 Pedalata alla scoperta dell’area EX NATO con i

Dazio USA contro formaggi italiani, l’appello del Consorzio Mozzarella

A Caserta il presidente incontra il ministro Centinaio Napoli, 30 aprile - Un appello per bloccare il piano di dazi aggiuntivi degli Stati Uniti contro i formaggi italiani e tutelare così il Made in Italy. A lanciarlo è Domenico Raimondo, presidente dell'Associazione dei Formaggi Italiani Dop e Igp (Afidop), nonché alla guida del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, che si unisce al coro di proteste del settore lattiero caseario. Circa il 90% delle esportazioni del settore sono formaggi, la categoria più esportata, che contribuisce alla diffusione del Made in Italy. Lo scorso anno sono state esportate 418 mila tonnellate di prodotto, per un valore di più di 2,8 miliardi. In questo caso, il saldo della bilancia commerciale è positivo:

Vallefuoco arrestato in Marocco, era nella lista dei 50 più pericolosi ricercati

Raffaele Vallefuoco deve scontare 30 anni Rabat, 30 maggio - Arrestato nelle scorse ore in Marocco Raffaele Vallefuoco, latitante, nella lista dei 50 più pericolosi ricercati italiani. Accusato di associazione camorristica, Vallefuoco sarebbe affiliato al clan Polverino e deve scontare 30 anni. È stato arrestato a Skirhat, nel nord del Paese, nella regione di Rabat, grazie alla collaborazione tra Interpol e Dsgt, gli 007 del Marocco. Raffaele Vallefuoco, 55 anni, era già stato arrestato a marzo del 2012, in Spagna. Quella volta, ricercato da dieci anni, era stato sorpreso nella villa di Jerez de la Fronteira, in Andalusia, insieme al boss Giuseppe Polverino, detto "'o Barone" e considerato tra i più importanti trafficanti di droga in Italia. Di lì a due mesi l'estradizione