Desaparecidos in Messico, intercettazione incastra il boss

"Li avete? Fatene ciò che volete". Autorità rispondono a Onu Napoli, 3 giugno - Un'intercettazione telefonica incastra el Quince, uno dei due malavitosi arrestati nei mesi scorsi in Messico, che, secondo gli inquirenti, avrebbe informazioni sui tre napoletani scomparsi, in particolare su Antonio Russo e Vincenzo Cimmino. Dopo lunghi mesi di attesa, infatti, lo stato Messicano ha risposto al ricorso presentato all'Onu dall'avvocato Claudio Falleti, legale delle famiglie Russo e Cimmino. "Dalle indagini emerge un elemento fin ora non dichiarato dalle autorità locali - dice Falleti - il Quince (attualmente in carcere, ndr) era a conoscenza del rapimento degli italiani e questo dato emerge da un intercettazione telefonica nella quale conversa molto presumibilmente con un capo cartello locale il quale comunica di

Assemblea Whirlpool, accordo disatteso per i 430 operai di via Argine

Giovanni Sgambati, segretario generale Uilm Campania, "se il Governo non è in grado di far recedere una multinazionale è un Governo inutile" Napoli, 3 giugno - E' forte tra i lavoratori della Whirlpool la preoccupazione per il futuro. L'azienda venerdì scorso ha annunciato la cessione del sito di via Argine a Napoli. Sono 430 gli operai che hanno perso per la decisione del management di delocalizzare. E da venerdì si susseguono i presidi, anche di notte. Whirlpool venderà a una società terza "in grado di garantire la continuità industriale allo stabilimento di Napoli", ma così facendo il Piano industriale Italia 2019-2021, sottoscritto con il ministero appena sette mesi fa, diviene carta straccia. In un comunicato stampa l'azienda ribadisce che l'Italia resta strategica per