Allerta meteo, scuole chiuse. Decisione unanime dei sindaci dell’area vesuviana

Nell'area Vesuviana ci saranno forti venti che potrebbero arrivare fino ai 72 km/h San Giorgio a Cremano, 12 novembre - Venti forti dai quadranti occidentali con locali rinforzi e possibili raffiche. Mare agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte". Prorogata anche la criticità idrogeologica di colore "giallo" per rischio localizzato. Si prevedono "precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, localmente di moderata intensità": fino alle 22 di martedì 12 novembre su tutta la Campania, dalle 22 e fino alle 18 di mercoledì 13 sull'intero territorio regionale tranne le zone di allerta 2 (Alto Volturno e Matese) e 4 (Alta Irpinia e Sannio)". Dopo Napoli anche i sindaci della zona Vesuviana hanno deciso di chiudere le scuole per domani 13 novembre. "In

A Napoli il più grande polo nazionale di ricerca, formazione e investimento nel campo delle nuove tecnologie applicate ai beni culturali

L’idea del Rettore Lucio d’Alessandro illustrata in occasione di un convegno sulle nuove sfide dell’Unione Europea “A Napoli può nascere il più grande polo nazionale di ricerca, formazione e investimento nel campo dei beni culturali e delle sue tecnologie più avanzate”. Lo ha annunciato il Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Lucio d’Alessandro, aprendo, al fianco del Ministro per gli Affari Europei, Vincenzo Amendola, il convegno dedicato al tema “La Brexit e le nuove sfide dell’Unione Europea”. Una riflessione ideata dal Suor Orsola ad un anno dall’inaugurazione del suo Centro per gli Affari Internazionali di Bruxelles. “Ho illustrato questa ipotesi al Ministro Amendola in un incontro preliminare al convegno - ha evidenziato d’Alessandro - ed ho colto con soddisfazione la sua disponibilità ad una

Comune di Napoli, de Magistris presenta il rimpasto in Giunta

Le scelte di de Magistris ad un anno e mezzo dalla scadenza del secondo mandato Napoli, 12 novembre – “Questa decisione è frutto esclusivamente della mia volontà. Me ne assumo la piena responsabilità, nel bene e nel male”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha illustrato quest'oggi a Palazzo San Giacomo il rimpasto di Giunta a cui ha lavorato negli ultimi tempi. Gli assessori che escono sono Mario Calabrese (Infrastrutture), Roberta Gaeta (Politiche sociali), Nino Daniele (Cultura e Turismo) e Laura Marmorale (Diritti di cittadinanza e Coesione sociale). Tre di loro (Calabrese, Gaeta e Daniele) erano entrati nel rimpasto di Giunta del maggio 2013, durante il primo mandato da sindaco di de Magistris. Marmorale invece era entrata a far parte