Napoli, in arrivo le macchinette mangia-plastica: soldi in cambio di bottiglie

Carta di Napoli, accordo internazionale per la salvaguardia del clima Le macchinette mangia-plastica arriveranno su tutto il territorio nazionale, ad annunciarlo è stato il ministro Sergio Costa, proprio da Napoli, durante l’assemblea Cop21 che ha come obiettivo quello di stilare la Carta di Napoli, un accordo internazionale per la salvaguardia del clima. Costa afferma: "Nel Decreto Clima è prevista la possibilità per i comuni, con fondi appropriati, di installare in tutto il territorio Italiano le macchinette mangia-plastica. Finalmente ci saranno anche in Italia, ma prevediamo una diffusione sistematica affinché la filiera della gestione della plastica sia la più corretta, così da trovare in mare sempre meno plastica. “La riduzione dei rifiuti e il riciclo degli esistenti è la base per il nostro

Napoli, raccolta rifiuti ferma: Pianura invasa dalla spazzatura

Servizio in affanno per la chiusura temporanea dell'inceneritore di Acerra e del sito di stoccaggio Icm di Barra Raccolta rifiuti ferma a Napoli, le strade si riempiono di sacchetti che si accumulano ai lati delle strade, in sostanza delle vere discariche a cielo aperto. Sintomo di un sistema in perenne affanno che fa i conti con i consumi di fine anno e che adesso è ingolfato per la chiusura temporanea dell'inceneritore di Acerra e del sito di stoccaggio Icm di Barra. Tra i quartieri più colpiti c'è Pianura, nella periferia occidentale di Napoli. Sono diverse le strade che in questi giorni sono diventate discariche: da via Monti al ponte di via Sartania, a via Padula, via Catena, via Russolillo davanti all'ingresso del

Aria inquinata per 9 città campane, valori fuorilegge a Napoli: il report di Legambiente

Superata la soglia limite per le polveri sottili Pm10 Un 2019 da aria inquinata per 9 città campane che restano intrappolate sotto la cappa grigia dello smog con rischi per la salute delle persone. Evidenzia Legambiente, in Campania sono state 9 le città fuorilegge per la qualità dell'aria, perché oltre la soglia limite per le polveri sottili Pm10. Le polveri sottili colpiscono soprattutto la provincia di Napoli: secondo i dati dell'Arpac elaborati da Legambiente, la maglia nera con il record di sforamenti è per San Vitaliano con 115 sforamenti, uno ogni tre giorni; segue Pomigliano D'Arco dove i giorni di superamento sono stati ben 82; chiude il podio Nocera Inferiore con 72 sforamenti. Infine per quanto riguarda le città capoluogo di provincia a

Napoli, mare rosso a San Giovanni a Teduccio

L'assessore Menna: "Fenomeno che non riusciamo a spiegarci"Allertati i servizi del comune che non avevano ricevuto segnalazione alcuna dagli organi competenti: autorità portuale e ARPAC Mare rosso a San Giovanni a Teduccio, nella periferia orientale di Napoli dove l'acqua che bagna la spiaggia accessibile da vicoletto Municipio è diventata di color rosso scuro. Di colore più intenso ai piedi dell'ex depuratore di via Boccaperti, dismesso da diversi anni, all'interno del quale è attivo un impianto di sollevamento di acque nere. In una nota l'assessore alla salute del Comune di Napoli Francesca Menna dice "Fenomeno che non riusciamo a spiegarci, naturalmente a seguito dell'episodio verificatosi a San Giovanni il pomeriggio del 3 gennaio, sulla spiaggia di Boccaperti, ho subito allertato i servizi del comune