Coppa Italia, a causa dell’allarme coronavirus rinviata la gara tra Napoli e Inter

La semifinale di ritorno si sarebbe dovuta giocare domani sera al San Paolo. La partita è rinviata a data da destinarsi a causa dell'allarme coronavirus La semifinale di ritorno di Coppa Italia tra Napoli e Inter prevista allo Stadio San Paolo per giovedì ore 20.45 è rinviata a data da destinarsi. È quanto comunicato dalla Lega Serie A dopo l'ordinanza del Prefetto di Napoli Marco Valentini. Decisione prevedibile, ma non scontata, dopo il rinvio dell'altra semifinale tra Juventus e Milan voluto dal Prefetto di Torino. “Il Presidente della Lega Serie A, preso atto dell'ordinanza del Prefetto di Napoli del 4 marzo 2020 n. 0069870 che dispone il differimento a data successiva della gara semifinale di ritorno di Coppa Italia Napoli-Inter in programma

Comune di Napoli, il Direttore generale e Capo di Gabinetto Attilio Auricchio lascia l’incarico

Auricchio ha lasciato ufficialmente per “motivi familiari”. Il sindaco de Magistris: “Grazie per la tenacia. Insieme abbiamo vinto tante battaglie”. L'incarico di Capo di Gabinetto va a Ernesto Pollice mentre il nuovo Direttore generale sarà Patrizia Magnoni Il colonnello Attilio Auricchio ha lasciato l'incarico di Direttore Generale e Capo di Gabinetto del Comune di Napoli per “motivi familiari”. Il sindaco Luigi de Magistris ha affidato ad interim l'incarico di Direttore Generale a Patrizia Magnoni, mentre il nuovo Capo di Gabinetto è Ernesto Pollice, esperto di finanza pubblica e collaboratore del vicesindaco Enrico Panini. “Rivolgo ad Attilio – è scritto in una nota del sindaco – un grande ringraziamento per la tenacia, la competenza e la professionalità che ha profuso in questi novi